DietePrimo Piano

Cibo e salute del cuore: i 3 cibi che eliminiamo dalla dieta ma che ci fanno bene

Un recente studio ha identificato almeno 3 alimenti spesso eliminati dalla dieta ma che fanno bene al cuore

Quando si seguono alcune diete spesso si finisce con l’eliminare completamente alcuni cibi dall’alimentazione. Tra questi, però, alcuni possono essere dei validi alleati della salute, che vengono inevitabilmente a mancare all’organismo. Una recente ricerca scientifica pubblicata sulla rivista Cardiovascular Research, ha posto l’attenzione su almeno tre cibi che fanno bene al cuore e che vengono spesso eliminati: ecco di quali si tratta.

I rischi per salute del cuore evidenziati da una ricerca

Una nuova ricerca scientifica ha posto l’attenzione sulle cattive abitudini che mettono a rischio la salute del cuore. Tra queste spiccano la poca attività fisica e il fumo, oltre ad una scorretta alimentazione. Alcune diete restrittive ed altri regimi alimentari poco completi, infatti, rischiano di attaccare il cuore. Ci sono alimenti (gli scienziati ne hanno identificati almeno 3) che a dieta vengono ingiustamente eliminati. L’alimentazione, però, svolge un ruolo essenziale per prevenire le malattie cardiovascolari.

I 3 cibi che non andrebbero mai eliminati dalla dieta

I primi prodotti spesso banditi dalla dieta sono bevande come caffè e . Secondo la ricerca, però, bere tre tazzine di caffè o di tè al giorno può aiutare a prevenire le malattie cardiovascolari. Un altra categoria di alimenti amici del cuore è quella dei latticini, spesso ridotti drasticamente nelle diete per perdere peso. Molti dei prodotti lattiero caseari fermentati, infatti, sono in grado di avere un effetto probiotico molto importante per l’organismo. Secondo i ricercatori, inoltre, la crescita di batteri benefici aiuta a ridurre i rischi di sviluppare malattie cardiovascolari. Il terzo alimento evitato nelle dieta è il cioccolato. Solo negli ultimi anni si è evidenziato che il cacao ha degli effetti benefici sull’organismo e sul cuore. In un lontano studio del 2012 pubblicato sul British Medical Journal, si evidenziava già l’importanza di questo alimento per prevenire ictus e infarti.

LEGGI ANCHE: Dieta in estate: i consigli per sopravvivere a cene, aperitivi e feste

Back to top button
Privacy