Come le starPrimo Piano

Matteo Berrettini: il segreto per tenersi in forma passa anche dalla buona tavola

Quali sono i piatti della tradizione italiana a cui non sa rinunciare

Matteo Berrettini è il n.1 del tennis italiano e ieri a Wimbledon ha regalato a tutti i tifosi la gioia della prima presenza azzurra nella finale del torneo più prestigioso al mondo. Per quanto sia un professionista attento alla linea, e con un fisico gladiatorio, vista la sua origine romana, all’allenamento e alla giusta forma fisica, sembrerebbe che non riesca proprio a rinunciare alla buona tavola. La sua passione per il cibo si riesce comunque a coniugare con uno stile di vita sano: ecco come fa a conciliare la passione per il cibo con il benessere.

I segreti della forma fisica di Matteo Berrettini

Matteo Berrettini si prepara a giocare la finale di Wimbledon. L’atleta 25enne di Roma, che ha stupito tutti sul campo da tennis, mostra sempre un fisico allenato e perfetto, capace di rientrare dopo l’infortunio di inizio stagione con i risultati che tutti stiamo apprezzando. Come ogni atleta, Berrettini ha deve prestare attenzione all’alimentazione. Da oltre un anno e mezzo, infatti, ha deciso di farsi seguire da una nutrizionista argentina, che ha anche una collaborazione con Red Bull. Secondo quello che riporta la Gazzetta.it, quella del tennista non si direbbe proprio essere una dieta fatta di rinunce. Avrebbe iniziato con la nutrizionista, piuttosto, un percorso di educazione alimentare vero e proprio. Ecco quali sono i cibi a cui proprio non sa dire di no.

Hamburger, pasta e pizza: i cibi a cui non sa proprio dire di no

Sembrerebbe che Matteo Berrettini sia quasi totalmente astemio, se non per qualche bicchiere che si concede nelle occasioni speciali per brindare. Amante degli hamburger e, secondo quello che riporta la Gazzetta.it, negli ultimi tempi si è dedicato in prima persona alla cucina. Da buon italiano è anche un appassionato di pasta e pizza, che considera una “costante” e non un eccezione dal momento che sono “utili a recuperare energia e appagano la mente“. C’è da aggiungere che da buon romano non sa mai dire di no ad un piatto di carbonara. Se dovesse scegliere una cucina internazionale, invece, la scelta ricadrebbe su quella spagnola.

LEGGI ANCHE: Federico Chiesa tra allenamento, dieta e qualche vizio a tavola

Back to top button
Privacy