Pinterest blocca tutte le pubblicità su diete e prodotti per la perdita di peso

Il social ha eliminato tutti i contenuti che non rispecchiano il body positivity

Il nuovo update di Pinterest ha eliminato tutti (ma proprio tutti) i riferimenti e le pubblicità relative alla perdita di peso. L’azione rivoluzionaria del social non riguarda soltanto la sponsorizzazione dei prodotti che promettono risultati “miracolosi” come creme, pillole, ecc…, ma anche personaggi e immagini che utilizzano messaggi denigratori per il corpo.

Pinterest elimina tutte le pubblicità per la perdita di peso

Lo stesso Pinterest ha annunciato di aver messo al bando ogni riferimento o pubblicità con accenni all’indice di massa corporea o che “idealizzano o denigrano” alcuni tipi di corporatura. Il social seguitissimo negli Stati Uniti d’America, ma con un consistente seguito anche in Europa, ha preso questa scelta per combattere il body shaming. La scelta coraggiosa della piattaforma, che conta 478milioni di utenti, ha ricevuto i complimenti della National Eating Disorders Association, impegnata a combattere i problemi legati all’alimentazione. L’annuncio ufficiale è arrivato agli utenti tramite un Pin in cui sono esposti i motivi che hanno spinto la piattaforma a scegliere un messaggio di body positivity.

Le motivazioni della scelta rivoluzionaria

Il social che utilizza le immagini come veicolo per eccellenza della comunicazione, ha spiegato le ragioni della propria scelta. Nel Pin pubblicato per gli utenti, infatti, riporta che persone di tutte le età stanno soffrendo per il proprio corpo e per la propria immagine. Il fenomeno è aggravato dall’insorgenza di problemi mentali, particolarmente accentuati in questo momento di pandemia e con l’inizio della stagione estiva. Ecco perché Pinterest ha dichiarato in un post: “Stiamo dando la possibilità ai Pinners di pianificare un’estate senza pubblicità sulla perdita di peso, così che si possano concentrare su ciò che importa di più“. La piattaforma ha anche annunciato che non saranno rimosse tutte le pubblicità o le immagini che trasmettono messaggi di salute, fitness e benessere.

LEGGI ANCHE: Dieta sana fuori portata per tre quarti degli africani: il rapporto FAO

Exit mobile version