BenesserePrimo Piano

Semi di finocchio: tutte le proprietà benefiche per la salute

I benefici dei semi di finocchio per l'organismo

semi di finocchio, propriamente conosciuti come frutti di finocchio, sono spesso presenti nella cucina di tutti giorni, oltre ad essere utilizzati per la creazione di tisane e rimedi di bellezza. Le loro innumerevoli proprietà benefiche, infatti, li rendono perfetti per essere utilizzati in ogni occasione: ma quali sono i benefici e come sfruttarli al meglio?

Le proprietà benefiche dei semi di finocchio

Considerati come le spezie, i semi di finocchio sono ideali per essere aggiunti alle preparazioni di pane, cracker, grissini e carni lavorate in modo diverso. Questi piccoli frutti, però, hanno moltissime proprietà benefiche che possono essere sfruttate a beneficio dell’organismo. Si tratta, infatti, di  una riserva naturale di fibre: appena 100 grammi di semi ne contengono il 150% della dose giornaliera raccomandata. Ciò favorisce il transito degli alimenti nell’intestino e l’eliminazione delle tossine. Sempre le fibre rendono i semi di finocchio alleati contro il colesterolo.

Proprietà diuretiche, antiossidanti e non solo…

semi di finocchio sono ricchi di proprietà diuretiche e drenanti: per questo motivo vengono utilizzati per realizzare delle tisane da bere in caso di gonfiore addominale. Per la tisana basta immergere un cucchiaino di semi in una tazza d’acqua bollente e lasciare in infusione 10 minuti prima di berla. La stessa preparazione è perfetta per aiutare la digestione dopo il pasto. I flavonoidi presenti nei semi, inoltre, conferiscono proprietà antiossidanti, limitando l’invecchiamento e proteggendo l’organismo dai danni neurologici. Questi semini così tanto diffusi in cucina hanno anche un alto contenuto di potassio che aiuta a mantenere stabile la pressione sanguigna, aiutando nella prevenzione delle malattie cardio-vascolari. L’alto contenuto di rame, invece, è fondamentale perché aiuta il corpo nel processo di formazione dei globuli rossi. Non ultima per importanza, infine, la proprietà anti-infiammatoria che rende questi semi alleati nella cura di alcune malattie autoimmuni.

LEGGI ANCHE: Astrazeneca, alcune Regioni verso lo stop e ipotesi mix per la seconda dose

Back to top button
Privacy