Petali di giglio per mantenere la pelle giovane: la ricetta fai da te

Come fare l'olio di giglio in casa

Ogni elemento presente in natura può aiutare in modo diverso il nostro corpo. L’olio di giglio, ottenuto dai fiori, è un prezioso alleato della salute delle cute. Oltre a comprarlo già pronto, però, è possibile realizzarlo in casa seguendo una semplice ricetta. Ecco quali sono, dunque, tutti gli usi e le proprietà benefiche, e come farlo in casa.

Olio di giglio: le proprietà benefiche e gli usi

I petali di giglio sono dei veri e propri elisir di giovinezza per la pelle. Essendo ricchi di fitosteroli, infatti, hanno proprietà lenitive per la pelle migliorandone la qualità. I fitosteroli, inoltre, rendono i petali ricchi di proprietà antinfiammatorie e antiossidanti. Essendo ricco di acido linoleico i petali aiutano a combattere la pelle secca e disidratata. In alcuni casi, infine, aiutano a contrastare anche le macchie della pelle rendendo la cute morbida e luminosa. Per sfruttare al massimo le proprietà benefiche di questo fiore è sufficiente realizzare l’olio essenziale: ecco la ricetta semplice da provare in casa.

La ricetta fai da te semplice e veloce

Per la realizzazione dell’olio di giglio occorrono:

Per cominciare togliete i petali dai gigli pulendoli delicatamente. Inserite i petali in un contenitore ermetico e aggiungete alcuni petali strappati dalle margherite. Tagliate il prezzemolo in modo grossolano e inseritelo nel contenitore. Aggiungete 100 ml di olio di semi di uva assicurandovi che i petali e il prezzemolo siano completamente coperti dall’olio. Chiudete in modo ermetico il contenitore e lasciate macerare il tutto per almeno 3 settimane. Trascorso questo tempo filtrate l’olio e conservatelo in un boccetta. Potete utilizzarlo versandone qualche goccia direttamente sulla cute e massaggiando con le dita, o in alternativa mescolandolo alla crema corpo che utilizzate sempre.

LEGGI ANCHE: I benefici dell’acqua di mare: un cosmetico naturale per la pelle

Exit mobile version