Pollice verdePrimo Piano

I fiori più belli da piantare a giugno per abbellire balconi e giardini

Cosa piantare a giugno

Come maggio, anche giugno è un mese ideale per dedicarsi al giardinaggio ottenendo grandi soddisfazioni. Per quanto riguarda i fiori e le piante, infatti, c’è solo l’imbarazzo della scelta e si può optare per piante più “difficili” da curare o per fiori che richiedono pochissime attenzioni. Avere un giardino, un balcone o una terrazza che siano curati e colorati, dunque, non sarà per niente difficile: ecco alcuni consigli utili.

Cosa piantare a giugno: i fiori più adatti alla stagione

Se si parla di cosa piantare a giugno si ha davvero l’imbarazzo della scelta. Questo mese, infatti, offre delle condizioni climatiche che permettono la buona crescita e la sopravvivenza di molte specie di piante. Tra i fiori più belli e delicati si possono scegliere le azalee, le rose, i rododendri e i gerani. Giugno, inoltre, è un mese perfetto per piantare anche le surfinie e tutti i fiori a bulbo che hanno fioritura estiva, come i gigli, le dalie, le begonie, i papaveri e i gladioli.

I consigli per curare le piante a giugno

Con l’arrivo del caldo e della bella stagione le piante e i fiori richiedono delle cure diverse rispetto al resto dell’anno. Il primo punto da curare è l’innaffiatura, che nei mesi estivi deve essere abbondante e frequente, soprattutto se piove di rado. Meglio innaffiare la sera, evitando di farlo in pieno giorno. Il motivo? Il sole troppo caldo farebbe evaporare gran parte dell’acqua e l’operazione sarebbe quasi del tutto inutile. La stessa logica è alla base del secondo consiglio: quello di dedicarsi ai trattamenti antiparassitari dopo il tramonto. Anche se avete la necessità di potare o eliminare foglie e rami secchi o attaccati da qualche parassita, scegliete di farlo la sera, per evitare di stressare la pianta ulteriormente.

LEGGI ANCHE: Dieta per non ingrassare quando si smette di fumare: i consigli

Back to top button
Privacy