BenesserePrimo Piano

Bevande detox: le idee per dissetarsi in modo sano

Cosa bere per dissetarsi rimanendo in salute e in forma?

Spesso ci si sente ripetere quanto sia importante bere almeno due litri di acqua al giorno e assumere il giusto quantitativo di liquidi. Soprattutto in estate, quando ci si allena in modo intenso, o quando si è sottoposti a particolari stress fisici, bere diventa fondamentale. Ma scegliere delle bevande ricche di zuccheri può far innalzare l’indice glicemico, far aumentare il gonfiore addominale e il peso corporeo. Ecco allora quali sono le migliori bevande detox da preparare anche in casa.

Bevande detox: le migliori da realizzare anche in casa

Le bevande detox aiutano in molti modi il nostro organismo. A differenza di come si crede comunemente, sono semplici da realizzare e possono essere create anche in casa con prodotti naturali e salutare. Trasferite in una borraccia termica, inoltre, possono essere portate tranquillamente ovunque per dissetarci in ogni momento. La prima delle bevande da provare è quella con il classico abbinamento di limone e cetriolo. Si tratta di un classico intramontabile che unisce le proprietà del limone, battericida, antisettico e antitossico a quelle del cetriolo, utilissimo per eliminare le tossine in eccesso. 

Dallo zenzero ai frutti di bosco: gli alleati del benessere

Che lo zenzero sia un elisir di benessere è ormai risaputo. Ecco perché questo semplice ingrediente può essere usato per creare un’ottima bevanda dissetante e depurativa. Basta mettere nell’acqua qualche fettina di zenzero, che vanta proprietà antinfiammatorie naturali, e qualche rametto di rosmarino, noto per le proprietà antinevralgiche e stimolanti. Tra le bevande detox non possono mancare, infine, quelle a base di frutti rossi. Gustosi e di stagione, donano all’acqua un sapore unico e le conferiscono tutte le loro proprietà. Lamponi e mirtilli, ricchi di vitamine e proprietà benefiche, renderanno la vostra bevanda fresca, dissetante perfetta per un’azione detox per l’organismo.

LEGGI ANCHE: I consigli per allenare i pettorali anche senza attrezzi

Back to top button
Privacy