Primo PianoSalute

Piede dell’atleta: cos’è, quali sono i sintomi e come si cura

Cos'è il piede dell'atleta e come si diffonde

Chiamato anche tinea pedis, il piede dell’atleta viene denominato in questo modo perché è molto diffuso tra gli atleti. In realtà, però, si tratta di un’infezione fungina che colpisce particolarmente i piedi, ma che può presentarsi anche negli arti superiori. Prevenirne la comparsa è molto importante: ecco come fare, come riconoscerla e in che modo combatterla fin da subito.

Cos’è il piede dell’atleta e chi ne viene colpito

Il piede dell’atleta è un’infezione fungina. I responsabile sono i dermatofiti, una specie di funghi che proliferano in habitat caldi e umidi. Per questo motivo sono molto diffusi nelle piscine, nelle palestre e negli ambienti in cui ci si allena. I luoghi in cui si cammina a piedi nudi, inoltre, favoriscono la diffusione di questo fungo, che in seguito prolifera e cresce anche grazie all’ambiente umido creato dal sudore nelle scarpe chiusi e nei calzini. Il nome piede dell’atleta deriva dal fatto che gli sportivi sono i più colpiti da questa infezione. Il tinea pedis, infatti, si diffonde con facilità negli spogliatoi, nelle piscine e nei luoghi umidi e affollati. Gli atleti, inoltre, spesso frequentano questi luoghi senza scarpe e i piedi, a causa degli allenamenti, possono presentare delle piccole ferite che favoriscono il contatto con il fungo.

Come prevenire l’infezione anche se si fa sport

Per prevenire la comparsa del piede dell’atleta bisogna evitare di creare l’ambiente ideale per la proliferazione del fungo. L’igiene personale e dei piedi, dunque, è la prima arma. Dopo essere stati lavati, inoltre, i piedi devono essere asciugati per bene, con attenzione alla zona tra le dita. In seguito è necessario indossare sempre dei calzini puliti, evitando il contatto con le superfici soprattutto nei luoghi pubblici e l’uso di calzature appartenenti ad altri. Nella scelta dei calzini è meglio prediligere quelli in cotone, più adatti ad assorbire il sudore.

LEGGI ANCHE: Sapone idratante al miele fatto in casa: la ricetta semplice

Back to top button
Privacy