Semi di zucca, i motivi per non buttarli via: tutte le proprietà benefiche

La zucca è un alimento molto gettonato in autunno e si presta a mille ricette, dagli antipasti ai primi piatti, per finire alle zuppe e ai contorni. In moltissimi apprezzano il suo gusto delicato e versatile, ma se pensate che i semi di zucca non servano a nulla, vi sbagliate! Vi renderete conto che buttarli via è proprio uno spreco di sapore e proprietà benefiche uniche: eccole tutte.

Semi di zucca: i motivi per cui non dovete buttarli via

semi di zucca, spesso scartati e buttati via, sono alimenti che in realtà nascondono moltissime proprietà benefiche che aiutano l’organismo a rimanere in salute sotto molti aspetti.

Risultano essere un ottimo vermifugo, ovvero sono indicati per combattere i vermi intestinali. Grazie all’elevato contenuto di zinco, inoltre, sono un toccasana per proteggere le vie urinarie dalle infezioni. Nelle donne, infatti, apportano aiuto contro le cistiti, mentre negli uomini sono preziosi alleati per la salute della prostata. 

Si possono mangiare se si ha il diabete?

Chi ha il diabete deve spesso stare molto attento alla dieta e all’alimentazione, ma i semi di zucca sono un ottimo alleato anche in questo caso. Questi semini, infatti, aiutano a regolare i livelli di insulina nel sangue.

Essendo ricchi di omega 3, inoltre, aiutano a combattere il colesterolo cattivo. Allo stesso tempo sono ricchi di proprietà antiossidanti grazie al loro altro contenuto di fibre.

Per chi soffre di insonnia e disturbi del sonno, invece, i semi possono essere un toccasana. Grazie alla presenza di triptofani, ovvero degli amminoacidi che nel nostro corpo vengono convertiti in serotonina e in melanina, si ottiene un sonno tranquillo.

Attenzione, però, a non esagerare con le dosi! I semi, infatti, sono molto calorici, ma ne bastano pochi per ottenere buoni risultati.

LEGGI ANCHE: Capelli, l’olio di lavanda è quello di cui avete bisogno: tutte le proprietà

Commenti

commenti