Rientro a scuola ai tempi del Covid: in aumento ansia e attacchi di panico

La riapertura della scuole, il prossimo 14 settembre in quasi tutte le città d’Italia, segnerà un piccolo passo verso il ritorno alla normalità. Se incontrare i vecchi compagni e i docenti, rappresenta per alcuni un evento tanto atteso, per altri è motivo di ansia, preoccupazione e attacchi di panico. Il rientro a scuola ai tempi del covid, dunque, rischia di avere un sapore un po’ amaro per molti: ecco come fare per tornare in classe rilassati.

Rientro a scuola e Covid-19: ansia e preoccupazione

Dopo la quarantena, l’isolamento e il distanziamento, l’idea di tornare tra i banchi rappresenta per molti una sfida troppo grande. Strano pensare che un luogo fino a qualche mese fa così famigliare ora si sia trasformato per alcuni in un terreno in cui mettere alla prova le proprie ansie.

A Latina gli esperti hanno denunciato un aumento di richieste di aiuto a causa dell’aumento di ansia e attacchi di panico, direttamente collegati al rientro a scuola ai tempi del covid. Ma come superare le insicurezze e i timori?

Prima regola: rispettare le regole

Il rientro a scuola avverrà tra poco, e il Ministero ha aiutato le istituzioni scolastiche a predisporre tutto nel rispetto delle regole per limitare il contagio. Rispettare le regole, dunque, sarà la prima regola da seguire per la sicurezza di sé e degli altri.

Indossare la mascherina, rispettare la distanza di un metro e curare l’igiene personale, sono gesti fondamentali per sentirsi sicuri.

Un altro trucchetto per tenere a bada l’ansia da rientro a scuola ai tempi del covid, è quello di parlare apertamente coi propri genitori o con degli amici. Esporre i propri timori è il primo passo per affrontarli. Cercate, inoltre, di ipotizzare soluzioni ai problemi e, infine, diffidate dalle migliaia di notizie che circolano sul covid, spesso infondate e in grado di seminare il panico, e leggete solo fonti autorevoli.

LEGGI ANCHE: Zainetto scuola e mal di schiena: i trucchetti per proteggere i bimbi

Commenti

commenti