Pelle spellata: rimedi naturali e errori comuni da evitare

Spellare e rovinare una bellissima abbronzature capita proprio a tutti. Questo processo anti-estetico è inevitabile, soprattutto se si trascorrono molte ore distesi al sole. Alcune cattive abitudini, come la scarsa idratazione della pelle contribuiscono, ma non è questo l’unico motivo. Ecco quali sono le cause comuni, i metodi per prevenire la pelle spellata e i rimedi naturali da provare almeno una volta.

Pelle spellata, ma perché succede?

Avere la pelle spellata capita a tutti, uomini e donne di ogni età. Chi ha la pelle più delicata è maggiormente esposto e sensibile, ma la spellatura riguarda comunque tutti. I motivi sono diversi, ma il più delle volte è dovuto a cattive abitudini a cui cediamo nel prendere il sole.

Spesso, infatti, ci abbandoniamo all’abbronzatura selvaggia, esponendo la pelle al sole senza proteggerla con una crema. La pelle si disidrata, la parte superiore diventa più spessa del normale e poi inizia a desquamarsi. Ma come evitarlo?

Tutti i rimedi naturali: prima di tutto la prevenzione

La prevenzione gioca un ruolo decisivo per evitare spellature della pelle dopo l’abbronzatura. La prima cosa da fare è idratare sempre la cute, soprattutto quando ci si prepara ad andare in vacanza.

Se ci si mette al sole per abbronzarsi, allora è necessario usare una crema solare per proteggere la pelle dai raggi troppo aggressivi. Dopo la doccia, inoltre, bisogna usare un dopo-sole, scegliendo quello più adatto al tipo di pelle. Un altro rimedio naturale è quello di idratarsi di continuo, assicurandosi di bere la giusta quantità di acqua.

Se la pelle si spella, però, non si deve tirare, ma deve staccarsi da sola. Molto meglio fare uno scrub per eliminare la pelle e le cellule morte. Lo scrub ideale è quello al miele e zucchero di canna: basta mescolare 2 cucchiai pieni di miele a 4 cucchiai di zucchero e poi spalmare sulla pelle bagnata.

LEGGI ANCHE: Come riciclare il pane raffermo: idee e ricette

Commenti

commenti