Punto Basoccu: Boom ‘Spianarughe’. Dai 25 anni si cede al ritocchino

Velvet Mag ha l’onore di ospitare il Prof. Giulio Basoccu (affermato chirurgo plastico che vanta migliaia di interventi estetici e la fiducia di numerose personalità politiche e pubbliche) per una rubrica speciale.

Solchi sul viso, grinze nel contorno degli occhi e intorno alle labbra. Le rughe presentano il conto del tempo che passa, scatenando la corsa del trattamento antiage. Ma adesso l’attenzione per una pelle distesa e levigata scatta in età sempre più precoce. E così la richiesta di prevenzione e manutenzione spopola anche tra le donne più giovani. Oggi a 25 anni le donne fanno peeling, maschere, trattamenti mirati a nutrire, idratare, per prevenire l’invecchiamento. In una fascia così giovane i trattamenti hanno lo scopo di mantenere. Poi a 30-40 anni si inizia a ricorrere a trattamenti curativi.

Le rughe sono un processo naturale che prende il via nel momento in cui nasciamo con l’inizio dell’invecchiamento cutaneo. E’ evidente poi che si manifestano più avanti ma non c’è un’età unica per tutti: ci sono pelli che non presentano rughe a 80 anni e pelli che le hanno a 35. E’ una valutazione assolutamente soggettiva e legata a condizioni genetiche, ambientali e di stili di vita.  In ogni caso la maggiore attenzione delle donne a queste problematiche scatta dopo i trenta anni. L’età di accesso e quindi di ricorso ai trattamenti antirughe è tra i 30 e i 40 anni. Questo è il momento in cui ha senso cominciare a prendersi cura della propria pelle e ad affrontare un’attività di prevenzione. Dopo i 40 le rughe che si formano vanno trattate e diventano elemento che va corretto.

 

Studio Medico Basoccu

Via Di Campo Marzio 69 Roma (Rm) , 00186 Italia

Tel: 06 6780188 – 800 401722

[email protected]

Commenti

commenti

!-- Composite Start -->
Loading...