Dieta del giorno di magro: meno 8 chili senza stress

La dieta del giorno di magro è stata pensata dal dott. Stefano Erzegovesi, nutrizionista e psichiatra dell’Ospedale San Raffaele di Milano. L’esperto ha scritto un libro esemplificativo dal titolo Il digiuno per tutti, ma non è la prima volta che si elencano i benefici di questo tipo di regime alimentare. Il segreto per perdere peso velocemente, a quanto pare, consiste nel seguire una dieta rigida solamente un giorno a settimana. Massima libertà, invece, 6 giorni su 7. Ciò non significa che ogni stravizio sia concesso. Si può però seguire un’alimentazione normale, meglio se mediterranea, nella quale prediligere sempre frutta e verdura, pasta e cereali integrali, pesce, uova, carne e legumi. Come condimento può andar bene l’olio extra vergine d’oliva a crudo.

Il giorno di magro: cosa mangiare e cosa no

Visto che si sta a dieta solamente un giorno a settimana, in quelle 24 ore bisogna seguire regole piuttosto ferree. Ecco allora che si deve eliminare il sale aggiunto, gli insaccati e tutte le tipologie di latticini. I carboidrati sono ammessi ma esclusivamente a colazione. Banditi anche tutti i cibi surgelati e precotti, solitamente troppo ricchi di sale e condimenti in generale. Altro elemento importante: nessuno spuntino tra un pasto e l’altro. Volendo tracciare un menù giornaliero, a colazione si può partire con qualche noce oppure con uno smoothie con frutta e verdura a scelta. A pranzo verdure a foglia verde quali bieta o spinaci cotti al vapore e un vasetto di kefir. A cena una bella zuppa di verdure. Da prediligere chiaramente i metodi di cottura semplici e poco elaborati, in primis vapore, cartoccio e griglia.

I benefici delle 24 ore di semi-digiuno

La dieta del giorno di magro riserva benefici incredibili per il corpo. La scienza spiega che in questo modo l’organismo riesce a depurarsi e a rigenerarsi, ma non solo. Diventa capace di attingere le energie dalle riserve accumulate, e in effetti è proprio così che il regime aiuta a restare in forma. Non meno importante, l’organismo sarà in grado di riparare più velocemente le cellule e i tessuti danneggiati. Stimoli importanti, poi, arrivano anche al sistema immunitario. Terminati i benefici per il corpo, cominciano quelli per la mente. La dieta del giorno di magro stimola la concentrazione, le capacità mnemoniche e l’attenzione. Infine, non ci si stressa. La ragione è intuitiva: non ci si sente realmente a dieta poiché non si è sottoposti ai sacrifici prolungati tipici delle più comuni metodi dimagranti. 24 ore di sacrificio passano in fretta, mentre nei restanti 6 giorni ci si può sentire liberi e soddisfare il proprio palato come meglio si crede. È vero che non bisogna esagerare ma a volte qualche sgarro è concesso (come un dolce o un alcolico, senza per questo sentirsi in colpa).

Photo credits Facebook

Commenti

commenti