Ricetta delle rose di carnevale: romantica alternativa a frappe e castagnole

Le rose di carnevale sono un dolce tipico di febbraio e rappresentato un’alternativa un po’ romantica delle classiche frappe e castagnole. La ricetta per prepararle in casa è lunga ma semplice. I dettagli però sono importanti, di conseguenza è necessario organizzarsi bene e procedere passo passo.

Ingredienti per 8 rose

  • 240 g di farina 00
  • 20 g di zucchero
  • 2 uova
  • 120 g di burro morbido
  • 20 g di vino bianco
  • 12 g di olio di semi d’arachide
  • q.b. zucchero a velo
  • 8 ciliegie candite

(Per la crema)

  • 200 g di latte intero
  • 1 uovo
  • 60 g di zucchero
  • 40 g di amido di mais (maizena)
  • 1 scorza di limone

Il procedimento

Per l’esecuzione della ricetta si consiglia di cominciare dall’impasto: versare in una ciotola la farina, lo zucchero e il burro ammorbidito. Mescolare gli ingredienti con le mani oppure con l’aiuto di un cucchiaio. Aggiungere le due e il vino bianco, continuando ad impastare. Spostare il composto su un piano adatto e lavorarlo fin quando non si ottiene un impasto liscio e ben amalgamato. Porre l’impasto in una ciotola, coprire con una pellicola trasparente e farlo riposare per circa 30 minuti a temperatura ambiente.

Nel frattempo si può preparare la crema pasticcera: in una ciotola versare l’uovo, lo zucchero e l’amido di mais. Con una frusta manuale amalgamare gli ingredienti, poi aromatizzare. il composto con la scorza grattugiata di un limone non trattato. Far scaldare il latte in un pentolino. Quando sarà sufficientemente caldo, versarlo nella ciotola con il composto appena preparato, mescolare il tutto e riportare la crema sul fuoco. Continuare a mescolare la crema con una spatola finché non si sarà addensata per bene e trasferirla in una terrina, coprendola con una pellicola. Farla freddare, poi riporla in frigo.

A questo punto si può riprendere l’impasto. Infarinare leggermente il piano da lavoro e stendere l’impasto con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia di 1 millimetro e mezzo di spessore. È molto importante rispettare questo criterio, pena la buona riuscita dell’intera ricetta. (si raccomanda di rispettare lo spessore indicato per ottenere un buon risultato). Ritagliare la sfoglia ottenuta con tre coppa pasta a forma di fiore rispettivamente di 10 cm, 8,5 cm e 5 cm di diametro (circa), ottenendo così 24 fiori: bisogna creare 8 fiori da 10 centimetri, 8 da 8,5 centimetri e 8 da 5 centimetri.

L’ultimo passaggio: la frittura

Scaldare l’olio di semi, fino ad una temperatura di 140 gradi. Spennellare la parte centrale del fiore più grande, incollare sopra il fiore della misura media in modo che i petali non coincidano ma siano alternati, poi spennellare di nuovo la parte centrale e incollate il fiore più piccolo, anche in questo caso senza far coincidere i petali. Friggere le rose una alla volta, immergendole nell’olio e bloccandone il centro con il manico di un cucchiaio da minestra. Basterà circa 1 minuto e mezzo a rosa per far sì che risulti dorata al punto giusto. Scolarle con la schiumarola e adagiarle su un vassoio rivestito di carta assorbente. Far intiepidire, dare una spolverata di zucchero a velo e farcire il centro con la crema pasticcera. Un ultimo dettaglio: posizionare su ogni rosa una ciliegina candita. Servire subito e gustare le rose di carnevale.

Photo credits Pinterest

Commenti

commenti