Muore per un panino alle noci: l’allergia choc di Federico

Federico è morto per un semplice panino con le noci. Questo il tragico destino capitato ad un ragazzo di soli 22 anni, compiuti appena 15 giorni prima. Purtroppo il ragazzo è stato vittima di un’allergia choc che si è manifestata nella maniera più improvvisa e violenta. Il fatto è accaduto a Noale, in provincia di Venezia, una sera come tante. Federico era uscito con i suoi amici e ha mangiato quel semplice panino con le noci. Il malessere è stato immediato ma la ricostruzione dei fatti – in attesa dell’autopsia – ha portato ad individuare proprio in quello spuntino il killer letale. I ragazzi che si trovavano con lui hanno chiamato i soccorsi ma purtroppo il loro intervento non è servito a nulla. Federico era in arresto cardiaco quando è stato preso in cura dai medici dell’ospedale di Mirano. Dopo aver lottato tra la vita e la morte, è finito in coma. Il giorno dopo il suo elettroencefalogramma è diventato piatto.

Così, non è stato possibile far altro che constatare il decesso del ragazzo e spegnere ogni speranza. La famiglia di Federico è molto conosciuta in città. Il padre era stato medico di base e assessore finché la leucemia non lo ha portato via nel 2009. La mamma fa la catechista ed è molto attiva nella comunità locale. Purtroppo però ‘meriti sociali’ di questo tipo non possono evitato le sofferenze. Dopo la morte del capofamiglia è arrivata anche quella di uno dei figli. Lo shock anafilattico ovviamente non era in alcun modo prevedibile. Il ragazzo non sapeva di avere questo tipo di allergia e ha mangiato il pane proprio come aveva fatto molte altre volte prima di quella fatidica sera. Evidentemente l’allergene si era fatto largo nel suo corpo, il quale non è riuscito a sopportare l’impatto. I risultati dell’autopsia potranno chiarire ogni dettaglio ma le autorità sono piuttosto convinte che i fatti siano andati esattamente in questo assurdo modo.

Testa deformata per una tintura per capelli: l’allergia choc

Si ritrova con la testa deformata dopo essersi fatta una tintura per capelli. È accaduto ad una ragazza di soli 19 anni di nome Estelle. La storia non proviene nemmeno da un lontano Paese poco industrializzato. Al contrario, il brutto incidente ha avuto luogo a Parigi, la capitale della moda europea. Estelle come al solito aveva acquistato la tinta al supermercato per poi applicarla da sola in casa. Come riporta il giornale francese Le Parisien, una reazione allergica ha fatto prendere un brutto spavento alla giovane visto che la sua testa ha cominciato a deformarsi. I primi sintomi l’avevano già fatta preoccupare: prurito su tutto il corpo e gonfiore al capo. Guardandosi allo specchio, Estelle non riusciva a credere ai propri occhi visto che il volume della sua testa aveva raggiunto i 63 centimetri. A causare il terribile inconveniente era stata una sostanza chimica presente nella tintura per capelli, ovvero la parafenilendiammina. Quest’ultima si trova in diversi prodotti usati per tingere i capelli, soprattutto in quelli più commerciali. Mai abbassare la guardia, quindi: risparmiare va bene, ma sempre con criterio e responsabilità.

Photo credits Facebook

Commenti

commenti