Quanti chili si prendono durante le feste? Il calcolo da fare, la dieta lampo per recuperare

Natale, Capodanno, Epifania: un trittico che non fa affatto bene alla linea. Dal cenone alla calza della Befana, passando per il veglione, si resta a tavola più del dovuto e soprattutto si consuma più cibo (dolci in primis). Purtroppo abbondano calorie nel Pandoro (da fare anche in casa), nel Panettone e in tutti quei piatti caratteristici che si riversano sulle tavole degli italiani puntualmente dall’8 dicembre al 6 gennaio. Ad aggravare la situazione c’è un altro aspetto da non sottovalutare: tutte le attività si fermano, così si fa meno sport e meno movimento in generale. Volendo quantificare il peso che in media si accumula durante le feste, si può dire che la bilancia sale di almeno 2 chili. Colpa delle 15000-20000 calorie ingerite solo durante le feste. Ecco perché, secondo gli esperti, recuperare diventa l’obiettivo primario per il 47 per cento degli italiani.

I cibi consigliati

Alcuni cibi possono giovare alla causa, tra cui arance (fonte di vitamina C, utile al sistema immunitario), mele e pere (entrambe dotate di elevato potere saziante nonostante il basso apporto calorico) e kiwi (grazie al rifornimento di fosforo e potassio, fondamentali per il buon funzionamento dell’intestino). Da consigliare anche le verdure di stagione, meglio se a foglia verde (spinaci, cicoria, radicchio, zucchine, insata) purché siano condite solamente con un filo d’olio e un po’ di succo di limone: il limone purifica l’organismo mentre le verdure garantiscono il gisuto apporto di acido folico e vitamina B. A completare l’opera si possono aggiungere finocchi (utili per combattere stitichezza, nausea e digestione lenta), legumi (ricchi di ferro e fibre) e carote (fondamentali per la salute di occhi e pelle).

Dieta lampo per rimettersi in forma velocemente

Ovviamente non esiste una dieta perfetta per tutti. In stato di emergenza, tuttavia, ci sono delle buone pratiche cui attenersi per rimediare agli stavizi delle feste e rimettersi subito in forma. La giornata può iniziare con una tazza di the verde oppure mezzo bicchiere di acqua calda con limone, zenzero e miele. Il metabolismo si risveglia dolcemente e il corpo potrà contare su una bella sferzata di energia. A seguire si può assumere un caffè, uno yogurt magro e un frutto di stagione. A pranzo si può puntare sul pesce (in primis orata, spigola e salmone, rigorosamente alla piastra) o sulla carne bianca (il classico petto di pollo o tacchino alla griglia con contorno di insalata va sempre bene). A cena si consiglia un minestrone di verdure o legumi (i migliori restano fagioli, ceci e lenticchie) con una fetta di pane integrale.

Spuntini per eliminare la fame

Per combattere gli attacchi di fame ed evitare di arrivare stremati ai tre pasti principali, si possono consumare dei piccoli spuntini. Le tisane aiutano a sgonfiare la pancia e ad eliminare la cellulite. Buoni anche i frullati e qualche piccola porzione di frutta secca: le fibre riattivano il buon funzionamento dell’intestino. Via libera, chiaramente, all’acqua: idratarsi costantemente è la prima buona pratica da seguire. Infine, occorre cercare di non cenare troppo tardi, dormire le canoniche 7-8 ore a notte e dedicarsi ad una regolare attività fisica. I chili di troppo spariranno nel giro di pochissime settimane.

Photo credits Facebook

Commenti

commenti