Mangiare gli avanzi senza ingrassare: come evitare sprechi e chili di troppo

Una cena con parenti e amici, le feste di Natale o Capodanno, un compleanno, Pasqua e chi più ne ha più ne metta: facile parlare di avanzi quando si organizzano “eventi culinari” del genere, che coinvolgono più persone. I padroni di casa devono fare i conti col cibo che avanza e che sarebbe decisamente un peccato buttare via. Ma finire tutto significa per forza ingrassare? La risposta, per fortuna, è negativa. Basta sapersi rapportare agli avanzi, per quanto possano essere numerosi, con responsabilità e misura. La regola più importante per evitare gli sprechi senza gravare sul girovita è partire da un assunto essenziale: gli avanzi non sono meno calorici del piatto originale.

Avanzi senza ingrassare: qualche consiglio

Per procedere allo ‘smaltimento’ degli avanzi si possono congelare quelle pietanze fresche che non verrebbero intaccate dal gelo: pane e pizza in eccesso, carne, sughi e così via. Inutile dire che non possono essere ricongelati i piatti che al loro interno prevedono ingredienti che già erano stati congelati. Per consumare i cibi che vanno finiti obbligatoriamente in pochi giorni, i condimenti rappresentano un punto chiave: mai esagerare. Basta un esempio per chiarire la situazione: sulle lenticchie è sufficiente un filo d’olio a crudo, un pizzico di sale e al massimo qualche spezia. Stop. Il discorso vale anche per gli arrosti o i secondi di pesce. Sono le salse (con tutti i loro grassi e sali in eccesso), infatti, i veri nemici della linea. Che dire poi del bollito del brodo o di altri secondi di carne simili? Possono essere aggiunti a delle maxi insalate, rendendo così la propria alimentazione varia e al tempo stesso anche conveniente per il portafogli.

Dolci in più: don’t panic

Per quanto riguarda i dolci, la colazione rappresenta la giusta scappatoia. Al mattino ci si può concedere qualche strappo alla regola e qualche caloria in più. Naturalmente meglio evitare di arricchirli con creme, cioccolata o zucchero a velo. Via libera anche alla frutta secca, che tende sempre ad abbondare durante le feste 365 giorni l’anno: noci, mandorle e nocciole, se consumate in piccole quantità, vanno bene ogni giorno e regalano nutrienti preziosi per l’organismo, gusto e salute. Nessun salto mortale: d’altronde, con le giuste accortezze, si possono persino riuscire a tagliare 500 calorie al giorno.

Photo credits Facebook

Commenti

commenti