Panettone vegano ritirato dalla vendita: cos’era stato messo tra gli ingredienti

Panettone vegano ritirato dalla vendita dal ministero della Salute. Questo il piccolo allarme natalizio che si è presentato di fronte ai consumatori. Tutta colpa di un ingrediente inserito per sbaglio nella ricetta, ovvero tracce di latte e di proteine del latte. Visto che la scelta dei consumatori può ricadere su un prodotto vegano anche per motivi di salute, il ritiro è stato necessario al fine di evitare malori e allergie. Il latte ovviamente costituisce un alimento vietato dalla dieta vegana, ma il maggior rischio resta per chi è intollerante a latte e lattosio. Il lotto interessato è il numero 8290 relativo ai panettoni Dolce Natale del marchio Despar Veggie, prodotto da Vergani. Il ministero ha diffuso la notizia del provvedimento alla vigilia del Natale 2018, invitando chi ha acquistato il panettone a riportarlo al punto vendita. Ciascun negoziante, come di consueto, dovrà provvedere al rimborso o alla sostituzione del prodotto.

Panettone vegano e biologico: la ricetta

Non è detto che chi segue una dieta vegana debba per forza rinunciare al dolce tipico delle feste. Trovare nei supermercati il panettone vegano e biologico è un’autentica impresa, anche se ci sono marche che lo hanno prodotto, quindi per gustarsi questa prelibatezza la soluzione migliore è far da sé. Anche perché cucinarlo in casa, oltre a far bene al portafoglio, permette di essere sicuri al 100 per cento degli ingredienti. L’impresa in fondo non è così complessa, anche se ci vuole pazienza per i tempi di lievitazione. A seguire quindi una guida da seguire passo passo per deliziare familiari e ospiti in vista delle cene del periodo festivo più atteso e amato (qui anche la ricetta del pandoro vegano).

Ingredienti

:

  • 150 g di farina di manitoba
  • 250 g di farina 0
  • 25 g di fecola di patate
  • 150 g di zucchero semolato
  • 120 g di margarina
  • 20 g di lievito di birra
  • 1,5 dl di latte di soia
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di zafferano in polvere
  • 1 bustina di vanillina in polvere
  • Buccia grattugiata di un limone e di un’arancia
  • 100 g di uvetta
  • 100 g di canditi a piacere

Preparazione

Far sciogliere il lievito di birra nel latte di soia tiepido. Aggiungere la margarina e mescolare fino ad ottenere un impasto elastico. Se la base lievitante dovesse risultare troppo liquida basta aggiungere un po’ di farina. Nel frattempo mescolare tutti gli ingredienti solidi ad esclusione dei canditi e dell’uvetta che andranno aggiunti in un secondo momento. Quindi mischiare i due composti, mettere il tutto in un’ampia ciotola, coprire con un panno e lasciare lievitare in luogo caldo e asciutto per 12 ore. Reidratare l’uvetta mettendola a bagno in acqua per 30 minuti, poi scolarla, strizzarla leggermente, infarinarla ed unirla all’impasto lievitato, che avrà triplicato il suo volume, dove ci si devono mettere anche i canditi tagliati a dadini.

Mettere l’impasto nello stampo per panettoni e poi coprirlo con un panno e lasciar lievitare per altre due ore. A questo punto basta infornare l’impasto a 50 gradi per 5 minuti nel ripiano più basso del forno, poi ricoprire il panettone con carta stagnola, aumentare la temperatura del forno a 180 gradi e far cuocere per un’altra ora. Dopo averlo sfornato, spennellare con un composto di latte di soia zuccherato e pochissimo olio extravergine di oliva. Una volta fatto raffreddare il panettone vegan a temperatura ambiente, lo si può tagliare e servire.

Photo credits Facebook

Commenti

commenti