Dieta del limone bollito: il meglio per prepararsi alle feste

La dieta del limone bollito rappresenta una soluzione ideale per perdere qualche chilo in modo facile e veloce, anche a ridosso di un’occasione che non si vuole proprio fallire. Tutto merito delle proprietà del limone, capace di accelerare il metabolismo, ridurre il gonfiore addominale e aumentare il senso di sazietà. Ovviamente proprio per la rapidità del dimagrimento non bisogna esagerare. Meglio protrarre la dieta del limone bollito per poco tempo – 10 giorni il tempo consigliato, 40 giorni il limite da non superare mai – al fine di non affaticare troppo il corpo. Il regime consiste principalmente in due elementi: una bevanda detox fai-da-te da preparare in pochi minuti e un menù ipocalorico da seguire.

Oltre ai chili che i perdono ci sono molti altri benefici da raccogliere: si possono eliminare le tossine, pulire i reni, purificare le ghiandole e le cellule, migliorare la pressione e il flusso sanguigno, infine ridurre la tensione nei nervi, nelle arterie e nei vasi. Per preparare la bevanda occorre prima di tutto procurarsi dell’acqua tiepida, 2 cucchiai di succo di limone, 2 cucchiai di sciroppo d’acero genuino, un pizzico di pepe di Cayenna. L’ideale è consumarla al mattino, appena svegli, e durante i due spuntini per arrivare così meno affamati sia al pranzo che alla cena. Parlando poi di alimentazione, devono abbondare verdure, legumi, fibre, pesce, carne bianca, frutta fresca e secca e formaggi magri. Ma ecco il menù tipo da seguire per far funzionare la dieta del limone bollito:

  • Colazione (ma attenzione a 5 errori da non commettere mai): un bicchiere di bevanda al limone, yogurt magro, frutta fresca e avena
  • Spuntino di metà mattinata: un bicchiere di bevanda più mandorle o frutta fresca o verdura cruda
  • Pranzo: insalata di legumi con pane integrale o riso integrale con verdure
  • Spuntino di metà pomeriggio: un bicchiere di bevanda e un frutto. In alternativa due biscotti d’avena.
  • Cena: pesce o carne bianca alla griglia, contorno di verdure condite con succo di limone e un bicchiere di limone bollito

Limone e curcuma: tanti benefici

La curcuma è utilissima per la salute, molto più di quanto si possa pensare. Non è un caso che la limonata alla curcuma, ad esempio, rappresenti un valido alleato per combattere stress e depressione. Gli esperti lo chiamano anche ‘il prozac senza effetti collaterali’ visto che la stanchezza del corpo e dell’anima può essere così facilmente alleviata. Merito della curcumina, il principio attivo preponderante in questa spezia color oro. Contro malumore e patologie più serie, quindi, ecco la ricetta da seguire.

Ingredienti:

  • 5 tazze di acqua
  • 4 cucchiai di radice di curcuma appena grattugiata
  • 3 cucchiai di miele grezzo
  • 2 cucchiaini di zenzero grattugiato
  • ½ tazza di succo di limone fresco
  • ½ tazza di succo d’arancia (facoltativo per il gusto)

Bollire le 5 tazze di acqua e inserire sia la curcuma che lo zenzero grattugiati in un contenitore sufficientemente ampio. Versare l’acqua precedentemente messa a bollire e lasciar riposare per circa 10 minuti. Aggiungere il miele, mescolandolo fino a completo scioglimento. Filtrare la miscela e aggiungere il succo di limone (volendo si può aggiungere anche del succo d’arancia, per rendere il sapore più gradevole). Lasciar freddare e sorseggiare la propria limonata alla curcuma per raccogliere tutti gli innumerevoli benefici della curcuma.

Photo credits Facebook

Commenti

commenti