La dieta pre-natalizia: come arrivare in forma alle feste

A Natale si tende sempre ad ingrassare, si sa. I colpevoli sono facilmente identificabili: panettoni, pandori, dolci di ogni sorta, pranzi in famiglia e cene prefestive. L’idea che dovrebbe raccogliere consensi è quindi quella di seguire una breve dieta pre-natalizia per arrivare in forma alla fatidica scadenza del 24 dicembre. In tal modo si possono limitare i danni e restare fedeli al proprio peso forma.

Dieta pre-natalizia: qualche consiglio

Per centrare l’obiettivo bastano poche semplici mosse. L’importante però è seguire queste buone pratiche con costanza ed impegno. Ne va dei sacrifici fatti durante tutto l’anno, di conseguenza un po’ d’impegno è certamente auspicabile e doveroso. Tra i consigli che non possono mancare ci sono i classici 8 bicchieri d’acqua al giorno – un modo come un altro per arrivare ad almeno un litro e mezzo – e la suddivisione delle calorie in 5 pasti (colazione, spuntino, pranzo, spuntino pomeridiano e cena) per attivare il metabolismo ed evitare di arrivare a tavola con troppa fame (buona, a questo proposito, anche la dieta autunnale).

Il menù da seguire

Volendo riassumere, le regole da seguire sono principalmente 3:

  1. Attività fisica: con il maltempo che impazza è difficile praticare il classico jogging. Così, anche 30 minuti di tapis roulant o di cyclette in casa possono risultare fondamentali. La frequenza ottimale è di 3 sedute a settimana, così da bruciare qualche caloria e soprattutto espellere le scorie attraverso un po’ di sano sudore. Arrivano benefici anche per l’umore: superato lo scoglio della pigrizia, lo sport permette al corpo di liberarsi da stress e tensioni.
  2. Addio dolci e fritti: in vista delle abbuffate natalizie, il sacrificio costa molto meno. Anche i più golosi possono farcela, d’altronde si tratta solo di depurarsi per qualche settimana. Il risultato è una pancia particolarmente sgonfia. Non male per prepararsi a sgarrare sotto le feste… sempre senza esagerare.
  3. La dieta da seguire: consumare ogni giorno frutta e verdura di stagione. Mantenere medio-piccole le porzioni. Mangiare proteine e carboidrati sia a pranzo che a cena, nel modo più equilibrato possibile. Concedersi cereali integrali e legumi almeno 2 volte a settimana. Un menù tipo potrebbe essere il seguente: a colazione succo d’arancia o una tazza di latte con l’aggiunta di qualche fetta biscottata e marmellata (meglio se senza zucchero); a merenda un frutto, uno yogurt magro o delle gallette di riso; a pranzo 70 grammi di pasta o di riso integrale con verdure; a cena, per non appesantirsi, si può scegliere tra uova, carne, pesce o legumi.

Photo credits Facebook

Commenti

commenti