Mal di testa: 5 cause comuni ma poco conosciute

Il mal di testa è fastidioso e, nelle sue varie intensità, può davvero mettere a dura prova la resistenza dell’individuo. Trattandosi di un fenomeno frequentissimo in ogni fascia della popolazione, è difficile individuare tutte le possibili cause del problema. Basti pensare al gelato, ai denti digrignati (spesso in modo involontario), al profumo e alla rabbia: si tratta di fattori scatenanti che certamente influiscono in maniera estrema sul mal di testa ma che solo in pochi conoscono. A questi se ne aggiungono altri, tra cui 5 davvero curiosi. A seguire un elenco esaustivo per capire da dove proviene il problema e soprattutto come superarlo nel modo più veloce possibile.

Week-end

Dopo una settimana stressante può capire di svegliarsi con un terribile mal di testa proprio il sabato mattina. Si tratta della cosiddetta cefalea da week-end, dovuta al crollo degli ormoni dello stress. Il corpo si rilassa e ciò provoca il rilascio immediato dei neurotrasmettitori, i messaggeri chimici del cervello. Questi inducono prima la contrazione e poi la dilatazione dei vasi sanguigni, causando il mal di testa. Per superare il momento di difficoltà ci si può dedicare ad un po’ di yoga e soprattutto evitare di dormire troppo a lungo.

Postura scorretta

Restare a lungo in una posizione scorretta – basti pensare a quando si passa molto tempo davanti allo schermo del computer oppure col cellulare in mare – può provocare tensioni muscolari nella parte superiore della schiena e del collo. Queste inducono l’arrivo del mal di testa, partendo da due aree del viso in particolare: la nuca e il viso, fino ad arrivare alla fronte. Alzarsi di tanto in tanto per una pausa, utilizzare una sedia che permetta di tenere sempre ben dritta la schiena e consultare un fisioterapista sono i vari step da prendere in considerazione per sconfiggere il mal di testa.

Luci intense ed abbaglianti

Le luci molto intense, a maggior ragione se sono intermittenti, fanno innalzare i livelli di alcune sostanze chimiche del cervello e sono capaci di attivare il centro di controllo dell’emicrania. Ecco allora che il mal di testa può strisciare silenzioso e ‘rovinare la festa’. A volte può aiutare indossare un paio di occhiali da sole anche in ambienti chiusi, meglio se le lenti sono polarizzate. Se non si è in grado di spegnere o ridurre le luci intorno al proprio computer (ad esempio allontanandosi dalla finestra o dalla lampada) si deve cercare almeno di evitare le luci al neon, che tendono a tremolare, per sostituirle con un’altra forma di illuminazione.

Mal di testa da sesso

Molti uomini (e altrettante donne) soffrono di mal di testa dovuti all’attività sessuale, che si manifestano proprio in concomitanza dedl momento di massima eccitazione. Questo tipo di mal di testa non deve affatto preoccupare né deve portare all’astinenza. Se diventa molto fastidioso, il consiglio è quello di assumere un antidolorifico poche ore prima del rapporto: tutto filerà liscio.

Alimentazione

Alcuni cibi causano il mal di testa più di altri. Da evitare gli insaccati, gli hot-dog, i formaggi fermentati e stagionati (brie, gorgonzola, etc), il cioccolato, gli alimenti preconfezionati ed il pesce affumicato. La colpa va attribuita ad alcune sostanze chimiche contenute in questi cibi. Per capire cosa provoca esattamente il fastidio basta eliminare l’alimento “sospetto” per un paio di mesi e verificare se la frequenza delle crisi diminuisce oppure no.

Photo credits Facebook

Commenti

commenti