Struccarsi prima di andare a dormire: l’incubo che però fa sognare la pelle

Struccare a fondo il viso, soprattutto prima di andare a dormire, è uno step fondamentale. Saltarlo potrebbe sembrare una leggerezza di poco conto e invece, soprattutto se accade di frequente, è la causa di tanti problemi legati alla pelle. E non solo.

Benchè rappresenti l’incubo serale di tante donne che, dopo una giornata intera di lavoro, vorrebbero soltanto mettersi a letto a godere del meritato riposo, struccare viso e collo è una di quelle buone abitudini che con qualche anno in più sulle spalle ringrazieremo di aver avuto. Gli effetti dei residui di make-up su viso e occhi, infatti, possono provocare effetti estremamente dannosi: dal rischio di infezioni all’agevolare l’insorgere di rughe e segni d’espressione precoci. Cosa succede se non manteniamo una buona skin-care routine?

Struccarsi è obbligatorio: la parola all’esperta

A confermare quanto detto, in un’intervista di “Ok salute e benessere” la dottoressa dermatologo plastico Mariuccia Bucci spiega: «A lungo andare le sostanze contenute nei prodotti make-up possono irritare e danneggiare la pelle, favorendo la comparsa di acne, brufoli, pori dilatati e impurità antiestetiche. Lasciare il make-up sul viso per tutta la notte può causare irritazioni oculari e infezioni, come ad esempio l’orzaiolo, cioè un’infiammazione suppurativa delle ghiandole sebacee delle palpebre, che si manifesta sotto forma di un piccolo nodo dolente sulla palpebra, spesso accompagnato da un fastidioso gonfiore». Aggiunge: «I residui di trucco, che intaccano tonicità ed elasticità della pelle, possono accelerare l’invecchiamento cutaneo e favorire la comparsa delle rughe d’espressione»

Non struccare il viso ma soprattutto gli occhi è un’abitudine pericolosissima anche per la salute, oltre che per l’estetica delle ciglia. Lasciare la matita nella rima interna, residui di ombretto sulle palpebre e quant’altro può provocare l’insorgere di infezioni. Le infiammazioni dell’occhio danno vita a problematiche anche piuttosto difficili da debellare. Come prevenirli in modo efficace, dunque?

La dottoressa Bucci consiglia: «Per uno struccaggio del viso efficace è preferibile utilizzare un latte detergente o l’acqua micellare. Sarebbe meglio evitare l’uso di salviette struccanti che, sebbene più veloci, contengono sostanze alcoliche volatili spesso irritanti per pelle e occhi». Suggerisce, infine, la dermatologa. «Per gli occhi invece, specialmente se si applica un mascara waterproof, è sempre bene utilizzare struccanti bifasici. Sono composti di due sostanze,una acquosa e una oleosa, che si attivano quando il flacone viene agitato»

 

Commenti

commenti