Bimbo col cancro accompagna la mamma all’altare prima di morire

Keith Burkett era un ragazzino di 12 anni affetto da una grave forma di tumore. Purtroppo la sua battaglia contro il cancro era destinata a concludersi con una tragica morte, ma lui prima di arrendersi ha voluto realizzare un desiderio. Nulla di egoistico, al contrario. Ciò che voleva più di ogni altra cosa era accompagnare sua madre all’altare. Ci teneva che lei fosse felice accanto all’uomo che amava, così non si sarebbe sentita sola dopo la sua scomparsa. La mamma ovviamente ha fatto di tutto per renderlo felice. Le nozze sono state organizzate in modo veloce e Keith ha realizzato così questo romantico sogno nel cassetto. Purtroppo la sua malattia lo ha costretto a percorrere la navata sulla sedia a rotelle, ma poco importava: ciò che contava veramente era essere lì.

Il bambino si è spento 3 giorni dopo il matrimonio. Giusto in tempo, quindi, per affidare la madre alle cure del suo neo-sposo. FoxNews ha raccontato la sua commovente storia, spiegando che Keith purtroppo era affetto da un sarcoma dei tessuti molli, ovvero un tumore che colpisce i nervi, i legamenti, i tessuti connettivi e che appunto lo ha costretto su una sedia a rotelle. La diagnosi era arrivata all’età di 6 anni ma lui ha lottato con tutte le sue forze per ben 6 anni. Nonostante il terribile male che lo aveva colpito, il desiderio del piccolo era rimasto sempre lo stesso: vedere la sua mamma felice, nel suo abito bianco, mentre cammina verso l’altare. E lui doveva proprio essere lì al suo fianco, ad ogni costo. Il matrimonio è stato celebrato in casa, a Stow, in Ohio (Stati Uniti). In fondo non era importante il luogo, contava solo che ci fossero Keith e la sua mamma.

Dona il midollo alla bimba malata: poi la vuole come damigella

Skye Savren-McCormick è una bimba di 3 anni affetta da leucemia mielomonocitica. La malattia poteva essere curata solamente tramite due trapianti di midollo osseo e una trasfusione di cellule. Impresa non facile ovviamente, perché prima di tutto occorreva trovare un donatore compatibile. Per fortuna il destino di Skye si è intrecciato a quello di Hayden Hatfield Ryals, una ragazza di 26 anni che aveva donato quel prezioso midollo. Dopo il trapianto, la giovane è riuscita a risalire all’indirizzo di casa dei genitori di Skye grazie all’associazione che gestisce i trapianti e ha deciso di mandare una lettera perché voleva conoscere meglio la piccola alla quale aveva salvato la vita.

Skye damigella raggiante

Il rapporto è diventato così speciale da sfociare nella più dolce delle richieste: l’invito al matrimonio di Hayden, la quale desiderava profondamente che Skye fosse la sua damigella d’onore. Ovviamente l’invito è stato accettato con entusiasmo. Le nozze sono state celebrate il 9 giugno 2018 e la generosa Hayden è arrivata all’altare accanto ad una raggiante Skye.

Photo credits Facebook

Commenti

commenti