Friggere in modo sano: come funziona la friggitrice ad aria

Friggere in modo sano utilizzando una moderna friggitrice ad aria può essere il modo migliore per risolvere il dilemma di tutti coloro che amano i cibi fritti ma vorrebbero salvaguardare la propria linea e la propria salute. Il confronto tra i due metodi permette di comprendere pro e contro di ciascuno. Le normali friggitrici permettono la cottura croccante e gustosa del cibo poiché l’olio raggiunge un’elevata temperatura e gli alimenti vengono immersi completamente in quell’olio bollente. Ve ne sono di grandi dimensioni ma anche di più piccole, con cestelli girevoli e con cestelli fissi (in quel caso gli alimenti vengono girati solamente quando si estrae il cestello e lo si muove manualmente). Con il cestello girevole il vantaggio principale è quello del minor dispendio di olio: la quantità richiesta è minore ma il risultato, di fatto, non cambia poi molto.

La friggitrice ad aria, detta comunemente friggitrice senza olio, è un’evoluzione interessante da un punto di vista nutrizionale proprio perché riesce ad utilizzare l’aria come vettore di calore. A livello strutturale, il cestello va inserito orizzontalmente anziché verticalmente. L’aria riesce a raggiungere una temperatura pari a 200 gradi centigradi grazie alle resistenze presenti nella macchina, il cui funzionamento è simile a quello dei classici fornetti elettrici. Il consumo di energia è piuttosto elevato e a volte è necessario utilizzare un pochino di olio (a seconda della ricetta, alcuni cibi andranno spennellati con un cucchiaio d’olio prima di essere messi nella friggitrice ad aria). Si tratta comunque di un utensile molto versatile che permette di cuocere moltissimi alimenti e di realizzare diverse cotture, che esulano anche dalla frittura vera e propria. La riduzione del consumo di olio è radicale: basti pensare alle patatine che diventeranno croccanti ma light. Vantaggi anche per gli odori e per la pulizia, molto più semplice e indolore. L’altra faccia della medaglia vede consumi energetici più elevati e risultati non eccezionali con gli alimenti pastellati. Meglio sfruttarne benefici per realizzare patatine, crocchette, cotolette, pesce, torte salate e alcuni dolci. I costi restano contenuti, a partire dai 70 euro per una friggitrice ad aria di piccole dimensioni (ideale per un utilizzo domestico).

Photo credits Facebook

Commenti

commenti