Ha la clavicola spostata ma nessuno vuole operarlo: l’appello di Salvatore

Salvatore Pezzano si è infortunato alla clavicola ma nessuno vuole operarlo data la pericolosità dell’intervento: l’appello disperato su Facebook.

Salvatore Pezzano è un ragazzo di 19 anni che vive a Milano e ama il calcio. A maggio purtroppo ha riportato un infortunio, proprio in seguito ad una partita di pallone in oratorio: una rara tipologia di lussazione che però si è trasformata ben presto in un vero e proprio incubo. Il motivo è semplice: nessun chirurgo è disposto ad operarlo per risolvere il problema in modo definitivo. Tale reticenza è dovuta alla pericolosità dell’intervento, visto che la clavicola è troppo vicina all’aorta e potrebbe rivelarsi molto rischioso.

Avvilito, il ragazzo ha deciso di lanciare un appello sui social raccontando la sua storia e invitando a condividerla fino a trovare qualcuno disposto a correre quel rischio per aiutarlo a guarire. La lussazione sta infatti provocando difficoltà respiratorie, di postura e di posizione nel sonno, con seri pericoli per la sua salute. Nella speranza di contribuire alla causa, ecco un estratto del messaggio a cuore aperto del giovane Salvatore:

“Ho speranza perché chi la perde è morto! […] Il 2 maggio ho subito una lussazione sterno claveare (destra) dopo essere stato spinto da dietro alle mie spalle ed essere caduto malissimo con sopra di me quello che mi ha spinto (la clavicola si è spostata nello sterno), è rarissima, colpisce solo l’1% delle lussazioni totali. Questa lussazione ha causato gravi conseguenze sul mio corpo, la spalla si è chiusa e la scapola dietro è completamente uscita […]. Ho girati molti medici e ospedali a Milano (tra cui Humitas, il dottor Berlusconi mi ha detto che l’unico pazienza che ha operato con questo caso è morto) e altre regioni, ma nessuno se la sente di fare questo intervento perché è rischiosissimo”.

Rimanere in queste condizioni […] è altrettanto grave, in quanto basta un brutto colpo e ci rimango secco, non essendo salda (la clavicola, ndr) in questa posizione. Quello che volevo chiedere a tutti coloro che leggeranno questo post è di aiutarmi a condividere questo messaggio nella speranza che arrivi a qualcuno che ha subìto questo tipo di infortunio ed è riuscito a risolverlo o a qualche medico/ chirurgo che per caso ha operato questo tipo di caso, o a qualcuno di importante che mi aiuti a diffondere il messaggio… grazie a tutti coloro che mi daranno una mano, e ricorda tu che leggi che è successo a me così come poteva succedere a chiunque altro, ricordati di non voltare mai le spalle al prossimo che ha bisogno d’aiuto!”, ha concluso Salvatore.

Ha la clavicola spostata ma nessuno vuole operarlo: l'appello di Salvatore

Photo credits Facebook

Commenti

commenti