Bambino austistico si fa curare solo grazie alla maschera di Dart Fener

Thomas è un bambino autistico con qualche problema ai denti: i medici riescono a farlo curare trasformando l’ospedale nell’astronave di Dart Fener.

Thomas è un bambino di 15 anni affetto da autismo che quasi non riusciva più a mangiare a causa di alcuni problemi ai denti. I genitori erano risoluti nel farlo curare dal dentista ma lui proprio non voleva saperne nulla: non aveva la minima intenzione di sedersi sulla sedia di quello studio né di sottoporsi ad un’ortopanoramica. Come risolvere la situazione, visto che far ragionare il piccolo ma risoluto Thomas non era affatto semplice? Per fortuna l’equipe di Odontoiatria dell’ospedale di Piove di Sacco,in provincia di Padova, ha avuto l’idea giusta al momento giusto.

I medici hanno scoperto la profonda passione del bambino per la saga di Guerre Stellari e hanno deciso di trasformare l’ospedale in un’astronave per metterlo a suo agio. A spiegare i dettagli ci ha pensato il dottor Claudio Gallo, responsabile dell’equipe: “Abbiamo deciso d’inserire il ragazzo in una dinamica comportamentale di Guerre Stellari e così facendo Thomas ha iniziato ad effettuare il ruolo di Dart Fener con tanto di vestito e maschera. Questa dinamica ludica ha creato in Thomas una situazione emozionale affascinante, ci ha permesso di effettuare ulteriori visite di ambientamento nei nostri ambulatori e di procedere senza alcun problema ai vari accertamenti clinici – esami del sangue, elettrocardiogramma, visite anestesiologiche – ed infine al ricovero in regime di Day Hospital, con ingresso in sala operatoria vestito sempre da Dart Fener”, ha affermato.

Così, grazie a quel travestimento, Thomas ha superato ogni paura o ritrosia e si è fatto curare. Il suo autismo ha smesso di essere un problema proprio perché il ragazzo si è riuscito a rilassare, si è sentito compreso. I medici non erano più dei nemici da temere: cosa poteva accadere in quello che aveva tutta l’aria di sembrare un bel gioco? Un happy ending assicurato, tutto merito della fantasia di un gruppo di medici e dell’immortale Guerre Stellari.

Bambino austistico si fa curare solo grazie alla maschera di Dart Fener

LEGGI ANCHE: CORSI DI SPADE LASER: DAL CINEMA ALLE PALESTRE ITALIANE, È STAR WARS MANIA

Photo credits Facebook

Commenti

commenti