Dieta di primavera per dimagrire: cosa mangiare nel cambio stagione

Il passaggio tra una stagione e l’altra può essere sfruttato per dimagrire: la dieta di primavera da seguire per perdere qualche chilo in modo naturale.

Secondo il calendario, il 20 o 21 marzo (la data esatta varia a seconda della posizione della Terra rispetto al Sole) si saluta l’inverno per dare il benvenuto all’adorata primavera. Previsioni meteorologiche a parte, ciò che deve cambiare nel passaggio tra una stagione e l’altra è di sicuro la frutta e la verdura da mettere nel piatto. Sebbene la maggior parte di loro vengano coltivati tutto l’anno, ognuno segue una stagione e solo in quel momento può essere consumato in modo davvero gustoso, naturale e nutriente. Ma c’è un altro aspetto da tenere in considerazione: il cambio stagione tende a suscitare stanchezza e vulnerabilità. Tutto normale: il corpo deve abituarsi alle nuove temperature e salvaguardare l’equilibrio delle sue difese immunitarie.

Se poi oltre alla salute si vuole pensare anche alla dieta, perché non sfruttare i cibi di stagione per dimagrire qualche chilo? Nulla di più semplice se si seguono poche regole: limitare il sale, utilizzare le spezie per condire, preferire il succo di limone all’aceto, bere molta acqua e concedersi un’attività fisica anche blanda ma continua (come ad esempio camminare a passo sostenuto per 15-20 minuti 3-4 volte a settimana). Gli alimenti da far comparire a tavola devono essere ricchi di magnesio, potassio, vitamina B e ferro, affinché la spossatezza del corpo diventi solamente un vago ricordo. Non meno importante, ci si può depurare: fegato, cistifellea, intestino, pelle, reni e polmoni si possono disintossicare, alleggerendosi e apportando benefici significati a tutto il corpo. Ecco allora che nella lista della spesa bisogna fare spazio a:

  • barbabietole, ricche di sali minerali e vitamine;
  • carciofi, con potassio e sali di ferro in abbondanza;
  • cime di rapa, dal basso valore calorico e quindi utili per perdere peso;
  • ravanello, da mangiare crudo, contenente fosforo, calcio, e vitamine del gruppo B e C;
  • fragole, da assumere però non più di 1-2 volte a settimana;
  • pompelmo e pera, con proprietà anti-infiammatorie ed antiossidanti.

LEGGI ANCHE: MISSIONE PANCIA SGONFIA, 10 OTTIMI CIBI DETOX DI PRIMAVERA

Photo credits Facebook

Commenti

commenti