Festa della donna e prevenzione: la mappa delle visite gratuite

L’8 marzo dà il via ad un periodo dedicato alle donne e alla prevenzione di alcuni gravi patologie: la mappa da seguire per approfittarne e prendersi cura di se stesse.

L’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (Onda) ha creato il network Bollini Rosa (www.bollinirosa.it) per offrire al gentil sesso un’occasione di prevenzione gratuita su tutto il territorio italiano. Ad essere coinvolti ben 200 ospedali, i quali hanno acconsentito ad aprire le porte degli ambulatori per un open day dedicato alla ginecologia. Moltissimi i servizi offerti, tra cui consulenze, colloqui e soprattutto servizi clinico-diagnostici ‘a misura di donna’. L’8 marzo 2018 è stata scelta come data simbolica per lanciare l’importante progetto. Nel frattempo la Croce Rossa Italiana ha deciso di offrire un check-up gratuito per la salute dei reni per onorare appunto la Giornata Mondiale di questo importante organo, fissata per lo stesso 8 marzo.

Lo scopo principale di Bollini Rosa è quello di aumentare il grado di consapevolezza e attenzione verso alcune patologie prettamente femminili che non andrebbero mai sottovalutare, quali ad esempio i fibromi uterini (che colpiscono circa 3 milioni di donne solo in Italia) che pur essendo benigni incidono negativamente sulla qualità della vita delle donne. I servizi di prevenzione verranno offerti dagli ospedali ma anche da appositi ambulatori itineranti. Questi, dall’8 marzo fino al 26 giugno, raggiungeranno le varie città per incontrare il maggior numero di donne over 35 con l’obiettivo di aiutarle a modificare alcune cattive abitudini.

Il progetto parte da Napoli in concomitanza con il XVI Congresso Nazionale della Società Italiana per la prevenzione cardiovascolare, per poi toccare le varie tappe. 30 in tutto le città scelte per ospitare l’ambulatorio mobile: Cuneo, Imperia, La Spezia, Trapani, Siracusa, Messina, Reggio Calabria, Crotone, Matera, Lecce, Foggia, Salerno, Caserta, Latina, Viterbo, Spoleto, Grosseto, Livorno, Arezzo, Ancona, Parma, Rovigo, Rimini, Vicenza, Trento, Cremona, Pavia, Como, Asti, Novara. Si parla di 6000 chilometri da percorrere in più di 100 giorni. L’ambulatorio resta fermo per 2 giorni in ciascuna città, pronto a mettere a disposizione i propri strumenti e competenze specifiche.

Festa della donna e prevenzione: la mappa delle visite gratuite

LEGGI ANCHE: GIORNATA MONDIALE DELLA TIROIDE: I CONSIGLI PER LE DONNE

Photo credits Facebook

Commenti

commenti