Marinatura doc: come procedere per pesce, verdure e carne

Marinare i cibi è un’ottima alternativa alla cottura: diminuiscono i tempi, ci sono vantaggi per la salute, si assaggiano sapori diversi dal solito e si creano ricette interessanti.

La marinatura è un metodo di preparazione dei cibi che spesso viene sottovalutato. I vantaggi per la salute sono indubbi (molte proprietà degli alimenti verrebbero perse durante la cottura), senza contare che si tratta di modo diverso di cucinare che riesce a dare vita a ricette interessanti. La marinatura coinvolge senza distinzioni tutte le categorie culinarie visto che si adatta bene al pesce (alici, salmone, tonno, pesce spada), alle verdure (melanzane, zucchine, peperoni, pomodori, cetrioli) e anche alla carne (soprattutto bistecche o fesa, senza trascurare però selvaggina e pollame).

Ma come procedere per una marinatura doc? La scelta del liquido va fatta seguendo i propri gusti: in linea generale il succo di limone si adatta al meglio con il pesce, l’aceto con le verdure e il vino con la carne (meglio ancora se si ricorre ad un mix di carne e aceto). A volte si può marinare anche con yogurt, miele, soia, aceto di mele o aggiungere sale, olio, spezie ed erbe. Dopo la marinatura si può decidere di portare la pietanza direttamente a tavola oppure procedere con la cottura (è il caso, spesso, della brace o del forno).

Dopo aver preso un recipiente della grandezza giusta bisogna immergere completamente il cibo che si desidera marinare, facendo attenzione a muoverlo di tanto in tanto affinché la marinatura penetri bene nelle fibre. Per le tempistiche bisogna affidarsi soprattutto ai propri occhi: di solito occorre attendere 20-30 minuti ma quando il cibo cambia colore o consistenza vuol dire che è pronto per essere mangiato. Le alici, ad esempio, diventano bianche; la carne diventa grigia e il pesce spada si sfalda. La linea non potrà che trarne giovamento visto che i cibi marinati sono più leggeri e digeribili. Un’ultima raccomandazione riguarda il liquido usato per la marinatura: non può assolutamente essere riutilizzato per altre preparazioni.

Marinatura doc: come procedere per pesce, verdure e carne

LEGGI ANCHE: RISOTTO PERFETTO: 5 ERRORI CHE NON BISOGNA MAI COMMETTERE

Photo credits Pinterest

Commenti

commenti