Dieta dell’uovo sodo: sazi più a lungo e -11 chili in 2 settimane

La dieta dell’uovo ha un grande pregio: sfrutta il potere saziante delle uova per arrivare meno affamati ad ogni pasto. Ecco cosa mangiare per perdere fino a 2 chili in 2 settimane.

In molte diete è tassativamente vietato mangiare uova per più di 2-3 volte a settimana. Ovviamente la regola non vale per la dieta dell’uovo sodo, un regime ipocalorico che sfrutta l’elevato potere saziante di questo alimento semplice da reperire e altrettanto facile da cucinare. L’unico dettaglio che potrebbe sorprendere è il pasto in cui si concentrano le uova: la colazione, in pieno stile “american breakfast”. La dieta risulta ben bilanciata grazie ad una serie di buoni consigli che servono per cominciare con il piede giusto: mangiare molta frutta e verdura, eliminare alcol e cibi spazzatura, bere molto (le bibite permesse sono: caffè, the nero, the al limone, acqua tonica, centrifugati e acqua a volontà).

Idratarsi, in effetti, è fondamentale. Altro punto forte è la regolarità dei pasti (da fare sempre alla stessa ora, se possibile) e la precisione con la quale seguire il menù tipo. I vari alimenti sono infatti predisposti in modo tale da integrare le numerose proprietà dell’uovo (vitamine B, D, E, acido folico e ferro) ai nutrienti degli altri cibi previsti dalla dieta. A scarseggiare sono però i carboidrati, quindi è consigliato chiedere il via libera del medico prima di cominciare. L’obiettivo è perdere fino a 11 chili in 2 settimane (questo il tempo cui sottoporsi alla dieta dell’uovo sodo), con un menù come questo:

LEGGI ANCHE: DIMAGRIRE IN FRETTA: I 10 PUNTI PER PARTIRE ALLA GRANDE

Photo credits Facebook

Exit mobile version