Patty Pravo favorevole alla chirurgia e soddisfatta dei propri risultati: “Sono come 50 anni fa”

Gli spettatori di Sanremo 2016 hanno apprezzato la canzone dell’eterna Patty Pravo ma sono rimasti turbati dal suo aspetto: la diretta interessata, tuttavia, si vede esattamente come 50 anni fa…

Le doti artistiche di Patty Pravo non vengono mai messe in discussione, visto che l’ex ragazza del Piper si è conquistata il privilegio di essere considerata un vero ‘mostro sacro’ della canzone italiana. Non si può dire lo stesso, tuttavia, per il suo aspetto: che sia sul palco o nella vita di tutti i giorni, il suo viso appare completamente trasformato dalla chirurgia plastica e i commenti di certo non mancano. La diretta interessata, tuttavia, non la pensa affatto allo stesso modo ed è estremamente soddisfatta dei risultati estetici raggiunti dai suoi ‘ritocchini’.

L’artista non nega certo di essere andata più volte dal chirurgo e non prova alcuna vergogna. Al contrario, è felice di averlo fatto visto che quando guarda le sue foto da giovane non trova molta differenza con le sue foto attuali: “Il mio aspetto non è così diverso da quello di 50 anni fa” (ora è vicina ai 68 anni), ha dichiarato in un’intervista a Vanity Fair. Se il web l’ha paragonata ad un personaggio di Avatar o a Donatella Versace (imitata da Virginia Raffaele durante la terza serata del Festival), lei non ha avuto paura di rispondere: “Non me ne può fregare di meno delle critiche, preferisco sentirmi un’araba fenice che rinasce dalle ceneri”.

E le sue parole non si esauriscono qui: Sono favorevole ai ‘ritocchini’, basta che siano fatti bene. A volte vedo in giro certi visi sconvolti…”. Il suo, evidentemente, non viene annoverato in questa categoria. D’altronde l’aspetto primario della chirurgia plastica dovrebbe essere quello di piacere a se stessa e superare alcuni complessi. Se il suo era quello di invecchiare, il problema è stato assolutamente archiviato: Patty Pravo si vede esattamente come 50 anni fa, non ci sono poi tutte queste differenze…

Foto: Facebook

Commenti

commenti