Dieta Mayo con uova e pompelmo: come smaltire i grassi

La dieta Mayo è un regime chetogenico che permette di dimagrire anche 3 chili a settimana se viene seguita in maniera scrupolosa: cosa mangiare e come stimolare il consumo dei grassi.

La dieta Mayo, insieme alla Sirt (per la quale si rimanda al link in fondo alla pagina), è uno dei regimi ipocalorici più in voga del momento. Si tratta di diete semplici che aiutano a perdere peso in maniera veloce, proprio per questo però si sconsigliano a donne incinte oppure a individui che soffrono di diabete o altre patologie significative. La dieta è particolare e povera di calorie. L’unico frutto ammesso è il pompelmo, il quale diventa principale artefice dello smaltimento dei grassi. Indispensabili anche le uova, ricche di proteine ma poco caloriche.

L’idea della dieta Mayo è quella di stimolare il metabolismo grazie a determinate categorie di cibi, azzerando al tempo stesso l’assunzione di grassi. La combinazione di queste due caratteristiche permette di perdere circa 3 chili a settimana. Ovviamente per raggiungere tali risultati è necessario che il corpo reagisca in modo adeguato agli stimoli forniti dal regime e che questo venga seguito con la massima scrupolosità. La dieta non va protratta per un periodo troppo lungo, al massimo 1-2 settimane. Una volta eliminati snack, dolci, alcolici e cibi troppo salati, il menù tipo deve seguire il seguente schema:

  • Colazione: mezzo pompelmo, 2 uova sode, una fetta di pane, un caffè o un the senza zucchero
  • Pranzo: 2 uova sode o bollite oppure 100 g di carne magra ai ferri oppure 150 g di pesce cotto al vapore, pomodori o altre verdure a volontà (le uniche ammesse nella dieta Mayo sono sedano, cetrioli, spinaci e insalata, per le quali non viene dato nemmeno il limite della bilancia), mezzo pompelmo, caffè o the senza zucchero
  • Cena: 2 uova sode o bollite, pomodori o verdure a scelta (sempre prese dal medesimo elenco)

Dieta Mayo con uova e pompelmo: come smaltire i grassi

LEGGI ANCHE: DIETA SIRT: STIMOLARE IL GENE DELLA MAGREZZA PER RAGGIUNGERE IL PESO FORMA

Photo credits Facebook

Commenti

commenti