Colesterolo: nuova puntura lo tiene sotto controllo tutta la vita

Una particolare puntura ideata da alcuni ricercatori di Napoli potrebbe tenere sotto controllo il colesterolo per tutta la vita: i dati lasciano sperare in un’eliminazione duratura nel paziente.

Tra i tanti fattori da migliorare nel benessere e nella salute delle persone c’è senza dubbio il colesterolo, un valore da tenere sempre al di sotto di determinati limiti soprattutto se si tratta del cosiddetto colesterolo cattivo. Uno studio condotto dall’Università Federico II di Napoli, però, ha tentato una via genetica estremamente innovativa che potrebbe debellarlo con una sola puntura da fare una volta nella vita. Insomma, uno sforzo minimo se si considerano i numerosi aspetti positivi per il paziente. I primi esperimenti sono stati effettuati in laboratorio sui topi e i risultati hanno dato esiti incoraggianti, tant’è che si pensa di avviare la sperimentazione sugli esseri umani nei prossimi 5 anni.

Eleonora Leggiero, una ricercatrice di questo ambizioso team, ha spiegato nel dettaglio il progetto affermando che l'”obiettivo è quello di sviluppare un farmaco che permetta di abbassare il colesterolo ‘cattivo’ con una sola somministrazione in tutta la vita. Per questo abbiamo preso un virus comune, lo abbiamo reso del tutto innocuo e lo abbiamo sfruttato come ‘navetta’ per trasportare un gene chimerico, appositamente costruito in laboratorio, che permette la produzione di una proteina capace di rimuovere il colesterolo Ldl che circola nel sangue”.

Questo virus svolgerà a tutti gli effetti il ruolo di navetta e verrà iniettato per via intramuscolare per sfruttare il muscolo come una sorta di bioreattore. In tal modo sarà possibile produrre grandi quantità della proteina terapeutica, che sarà poi in grado di entrare in circolo per catturare il colesterolo e portarlo nelle cellule per lo smaltimento. L’aspetto più allettante è ovviamente l’effetto prolungato nel tempo: “Il virus rimane invisibile al sistema immunitario e può continuare a operare indisturbato”, ha aggiunto la dott.ssa Leggiero. Non resta che attendere i successivi sviluppi della ricerca, con la seria prospettiva di eliminare il colesterolo presente nel sangue (il che al momento avviene tramite un’alimentazione sana e, all’occorrenza, farmaci specifici), il quale di fatto rappresenta uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiovascolari poiché danneggia le arterie.

Colesterolo: nuova puntura lo tiene sotto controllo tutta la vita

LEGGI ANCHE: ANTICOLESTEROLO PZIFER RITIRATO DALLE FARMACIE: QUALI LOTTI, PERCHÉ

Photo credits Facebook

Commenti

commenti