35% dei tumori causati dall’errata alimentazione: #giocadanticipo

Quasi 4 tumori su 10 vengono causati da una cattiva alimentazione e il dato è destinato a crescere: la campagna Lilt #giocadanticipo vuole sensibilizzare i cittadini in occasione della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica. Tra i testimonial molti volti noti dello spettacolo.

Dal 17 al 25 marzo 2018 è stata organizzata la Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica, un’occasione per fare il punto della situazione ma soprattutto per sensibilizzare i cittadini. Molti casi di tumore, infatti, potrebbero essere evitati semplicemente cambiando alcune discutibili abitudini alimentari. Non a caso il dato di partenza è piuttosto drammatico: il 35 per cento dei tumori è causato proprio dagli sbagli che si commettono a tavola. La campagna di sensibilizzazione dal nome #giocadanticipo mira alla prevenzione ed ha coinvolto 5 testimonial d’eccezione, particolarmente cari al grande pubblico: l’imprenditore e giudice di MasterChef Joe Bastianich, la food blogger Chiara Maci, il cuoco siciliano Filippo La Mantia, il conduttore Paolo Ruffini e l’apneista record mondiale 2017 Alessia Zecchini.

Dietro all’iniziativa c’è la Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) e il presidente Francesco Schittulli ha voluto sottolineare il principale obiettivo della campagna: “Oggi sappiamo che il 35 per cento dei tumori è dovuto a un’alimentazione errata. È quindi più che mai decisivo ‘giocare d’anticipo’: alimentarsi in modo sano, non fumare e praticare regolare attività fisica sono le prime regole per prevenire l’insorgenza dei tumori”, ha dichiarato. La serie A di calcio ha abbracciato l’iniziativa e 10 stadi italiani sono stati scelti per ospitare uno striscione e un messaggio di sensibilizzazione letto da uno speaker prima del fischio d’inizio.

Per la campagna i 400 centri di prevenzione e le 106 sedi provinciali Lilt sono stati lasciati aperti per poter effettuare visite di controllo, in più in tutte le principali piazze italiane sono stati posizionati i gazebo Lilt utilizzati dai volontari per fornire consigli e informazioni sulle regole della prevenzione. Tra i primi consigli alimentari da tenere sempre a mente ci sono l’utilizzo di cibi di stagione, con una dieta che si ispira a quella del contadino, e il consumo a crudo di un’olio extravergine d’oliva di qualità. Non a caso nelle piazze, oltre alle consulenze gratuite, è possibile acquistare una bottiglia di olio extravergine d’oliva per contribuire alle attività promosse dalla Lilt.

35% dei tumori causati dall'errata alimentazione: #giocadanticipo

LEGGI ANCHE: TUMORE, BERRINO ELENCA I 3 ALIMENTI ‘AMICI’ DEL CANCRO

Photo credits Facebook

Commenti

commenti