Fare sesso fa bene alla carriera: tutti i benefici per i lavoratori

L’attività sessuale favorisce i lavoratori poiché tocca alcuni tasti che fanno bene alla carriera: perché e qual è l’impatto secondo gli esperti della Oregon State University.

Fare sesso porta indubbi benefici alla coppia ma, a quanto emerso da una ricerca effettuata della Oregon State University e pubblicata sul Journal of Management, l’impatto positivo coinvolgerebbe anche l’ambiente lavorativo. Tutto è partito da un test condotto su 159 adulti sposati: l’attività sessuale dona un umore più alto, alza i livelli di soddisfazione e spinge a mettere maggior impegno in ufficio. Il primo motivo, per un mix che sembra delineare l’impiegato perfetto, è il rilascio di dopamina e ossitocina da parte del corpo. Sono proprio queste due sostanze, infatti, a portare una maggiore predisposizione professionale.

Gli intervistati hanno dichiarato di provare un maggior senso di autocontrollo e di riuscire al tempo stesso a raggiungere un livello di concentrazione più elevato dopo un rapporto sessuale. Al tempo stesso, è vero l’esatto contrario: chi si sente eccessivamente stressato sul lavoro ha meno probabilità di lasciarsi andare ad effusioni con il partner nella stessa giornata. Ovviamente la ricerca ha i suoi limiti visto che è stato condotto su un piccolo gruppo, per un arco temporale di sole due settimane e solamente su persone sposate, senza prendere minimamente in considerazione i single.

Ecco perché avere un’attività sessuale intensa – o almeno costante e soddisfacente – non può garantire da sola una carriera brillante e in crescita. Certo, chi è in coppia può tentare la sorte e scoprire sulla propria pelle la correlazione tra sesso e produttività. In fondo non c’è niente da perdere né grossi sacrifici da compiere: basta godersi l’amore del proprio partner e impegnarsi in ufficio. Alla fine, qualunque sia il risultato raggiunto, per un motivo o per un altro ne sarà comunque valsa la pena.

Fare sesso fa bene alla carriera: tutti i benefici per i lavoratori

Photo credits Facebook

Commenti

commenti