Giubbotti pieni di sabbia per i bimbi iperattivi: misura shock divide i genitori

In Germania vengono utilizzate delle giacche piene di sabbia per tenere a freno i bambini iperattivi o che presentano problemi psichici: cosa ne pensano i genitori e gli esperti.

Stime alla mano, il numero dei bambini iperattivi in Germania è in aumento e alcune scuole (ben 200!) hanno deciso di adottare una misura destinata a dividere l’opinione pubblica: far loro indossare un giubbotto pieno di sabbia per aiutarli a stare fermi. Se a prima vista la misura potrebbe apparire incredibile, va detto che i fautori della misura assicurano che i benefici sono innegabili e superano di gran lunga quelli derivanti dalle possibili terapie farmacologiche. L’opinione dei genitori e degli esperti non potrebbe tuttavia essere più controversa. Alcuni hanno persino affermato che queste giacchette “ricordano le camicie di forza usate negli ospedali psichiatrici e rendono questi bambini dei diversi”.

Un dipendente della scuola Grumbrechtstrasse di Amburgo, una delle prime ad usare il capo d’abbigliamento per calmare gli alunni irrequieti, è pronto a giurare che i bambini la adorano e che nessuno è mai stato forzato ad indossarla. Alcuni genitori si sono dimostrati dello stesso avviso e li hanno definiti delle torture che andrebbero evitate. “Come si può dire a un bambino: ‘Sei malato e come punizione ti faccio mettere una giacca piena di sabbia che ti farà sembrare un idiota davanti al resto della classe?’. Secondo me abbiamo perso il senno”, ha scritto un papà su Facebook per dimostrare il proprio dissenso.
 
Il giubbotto ha anche un costo, ovviamente: le sandwesten – questo il nome delle giacche – arrivano a pesare 6 chili e hanno un costo variabile tra i 140 e i 170 euro. Negli Stati Uniti vengono utilizzate anche per i bambini autistici. Ma cosa ne pensano i diretti interessati, ovvero i bambini? Alcuni, incredibilmente, sembrano apprezzare. “Mi sento più calmo e la mia scrittura è meno tremolante”, ha detto un bimbo di 9 anni al giornale Hamburger Abendblatt. Non va nella stessa direzione il parere dello psichiatra. “Sarebbe necessario concentrarsi di più sul problema di ogni singolo bambino che cercare un rimedio per cambiare il comportamento in classe” ha detto Michael Schlte-Markwort – direttore del reparto di psichiatria infantile nella clinica universitaria di Amburgo – al quotidiano Die Tageszeitung.

Giubbotti pieni di sabbia per i bimbi iperattivi: misura shock divide i genitori

Photo credits Facebook

Commenti

commenti