Malattie sessualmente trasmissibili, è boom: sifilide +400%

Le malattie sessualmente trasmissibili hanno fatto segnare un incremento spaventoso dal 2000 ad oggi: qualsiasi rapporto non protetto è a rischio, affermano gli esperti.

Le malattie sessualmente trasmissibili (mts) sono ben lontane dall’essere debellate. Anzi, si potrebbe dire che vanno piuttosto nella direzione opposta. L’argomento è delicato ma i numeri diramati a Roma dall’Associazione dei dermatologi ospedalieri riuniti per il congresso Adoi hanno lanciato un allarme che non può essere ignorato. I casi hanno subìto una crescita impressionante. Basti considerare che in Italia si parla di un +400 per cento solo per la sifilide, con circa 3.500 nuovi casi ogni anno e 30.000 in Europa.

Il professor Antonio Cristaudo, presidente del congresso sopra citato, attribuisce all’abbassamento della guardia la causa primaria dell’aumento esponenziale dei casi di mts. “Qualsiasi rapporto vaginale, anale e orale non protetto tra partner non monogami è potenzialmente pericoloso”, ha affermato senza mezzi termini. In parallelo, Cristaudo ha segnalato una minore percezione del rischio hiv da parte della popolazione over 50. Per loro le diagnosi sono tardive nel 63 per cento del casi (contro il 47 dei più giovani).

A causare questo tipo di malattie ci sono più di 20 colpevoli tra batteri, virus, funghi e parassiti. L’aumento delle infezioni non ha solamente ripercussioni sul benessere delle persone: il boom aumenta i costi sociali ed evidenzia un abbassamento della percezione di rischio nelle fasce più vulnerabili della popolazione. Il rischio più temibile è legato alla diffusione dell’hiv. Non a caso Massimo Giuliani dell’Istituto dermatologico San Gallicano ha dichiarato che “i portatori di una mts hanno un rischio aumentato tra le 2 e le 5 volte di contrarre a breve anche un’infezione da hiv”. Da non trascurare, infine, il ruolo di internet: la facilità di incontri sessuali occasionali attraverso l’utilizzo del web e delle app ha creato terreno fertile per l’espansione di queste infezioni. Le più diffuse? Gonorrea, clamidia e papilloma.

Malattie-sessualmente-trasmissibili

Photo credits Facebook

Commenti

commenti