Si addormenta se ride, si emoziona o ha un orgasmo: la dura malattia

Jessica Southall soffre di narcolessia con cataplessia: qualsiasi emozione, risata o orgasmo la fa cadere in un sonno profondo e improvviso. Il racconto di questa malattia con cui è difficile convivere.

Jessica Southall è una giovane ragazza di 20 anni che vive a Nottingham, Gran Bretagna. Di recente ha voluto raccontare la sua storia al Daily Mail poiché una particolare malattia le rende la vita particolarmente difficile. Si tratta di narcolessia con cataplessia, una patologia che la fa addormentare all’improvviso non appena il suo corpo viene scosso da sensazioni forti. A causare il crollo può essere un’emozione qualsiasi, una risata particolarmente coinvolgente e persino un orgasmo. Semplicemente, i suoi muscoli si rilassano e Jessica non può più avere alcun controllo su di loro: sviene in un sonno profondissimo senza la benché minima speranza di poter intervenire.

“Sembra una cosa divertente, io stessa cerco di scherzarci su, ma non lo è”, ha affermato con serietà. La povera Jessica ha scoperto di essere malata durante l’adolescenza, quando viveva momenti caratterizzati da un’estrema stanchezza e si addormentava persino durante le lezioni scolastiche. Già questo le aveva causato non pochi problemi nel suo corso di studi, eppure la ragazza si è resa davvero conto della gravità della situazione quando ha avuto il suo primo fidanzato. Dopo aver avuto un rapporto sessuale con lui si addormentava profondamente e la cosa si ripeteva ogni volta che facevano l’amore.

Jessica ormai conosce il proprio corpo e capisce quando sta per addormentarsi, tuttavia non è affatto facile convivere con questo tipo di malattia. Per gli altri non è cosi semplice adattarsi alla situazione e d’altronde per la stessa Jessica non è facile spiegare cosa le accade e cosa si trova a vivere. “Ogni volta che rido o mi emoziono mi addormento e non è facile spiegare a chi mi sta intorno quello che accade. Oggi ho imparato a conoscere me stessa ma convivere con questa malattia è difficile”, ha detto. Impossibile biasimarla, anche perché non esiste una cura vera e propria e probabilmente Jessica dovrà andare avanti così per tutta la vita. Il rischio è costante e preoccupa soprattutto da quando è diventata mamma e non deve più pensare solo a se stessa.

Si addormenta se ride, si emoziona o ha un orgasmo: la dura malattia

Photo credits Facebook

Commenti

commenti