Ricotta ritirata dal mercato: quali lotti e perché

L’ultimo allarme alimentare in ordine di tempo riguarda la ricotta di pecora a marchio Oro brand per un rischio l’isteria: quali sono i lotti interessati e che pericoli si corrono.

Il Ministero della Salute ha lanciato un nuovo allarme alimentare nella giornata del 31 agosto 2017. Stavolta a finire sul banco degli imputati è stata la ricotta di pecora a marchio Oro brand. La notizia si è diffusa in breve tempo e le autorità competenti hanno setacciato il territorio nazionale per trovare e ritirare tutti i lotti considerati a rischio. Il pericolo è quello della listeria, ovvero lo stesso che aveva coinvolto le uova al Fipronil ree di aver acceso le preoccupazioni dell’Europa intera (seguire il link in fondo all’articolo per ripercorrere la vicenda).

A quanto pare tutti i lotti della ricotta in questione provengono dalla ditta IN.CA.S srl e in tutto sarebbero 3: uno in scadenza al 14 ottobre e 7 novembre 2017, un altro al 7 e 15 gennaio 2018, il terzo al 29 dicembre 2018. In quest’ultimo caso si tratterebbe di una ricotta di pecora al forno. Chiunque fosse in possesso di tali prodotti ovviamente non deve procedere alla loro consumo per evitare qualsiasi ripercussione sulla salute visto che potrebbero essere stati contaminati da un agente patogeno infido come quello della Listeria monocytogenes.

Il Ministero sta seguendo la vicenda, in continua evoluzione, e si appresta ad aggiornare i consumatori su ogni dettaglio utile alla loro salvaguardia. Preziosi alla causa – soprattutto per la pronta diffusione delle informazioni – anche i siti dedicati ai temi alimentari e altri più orientati ai diritti del consumatore. Quando possibile, il consiglio resta quello di restituire il prodotto al punto vendita nel quale è stato acquistato. La Listeria non va affatto sottovalutata poiché oltre ai sintomi più leggeri quali diarrea e nausea si può incappare in forme più gravi che potrebbero sfociare in sepsi, encefaliti e meningite. Un rischio decisamente troppo grande per un alimento come la ricotta. Meglio procedere con cautela e controllare ogni acquisto fatto negli ultimi tempi.

LEGGI ANCHE: UOVA INFETTE: NUOVI CAMPIONI TROVATI POSITIVI AL FIPRONIL IN ITALIA

Ricotta ritirata dal mercato: quali lotti e perché

Photo credits Facebook

Commenti

commenti