Shampoo a secco: come si usa

Lo shampoo secco è un’alternativa molto valida e in casi limite allo shampoo tradizionale; il suo uno può essere spesso una soluzione per chi ha i capelli che tendono spesso ad ingrassare e permette così di non lavare la cute tutti i giorni.

Lo shampoo a secco quando va utilizzato

Lo Shampoo secco non può sostituire lo shampoo tradizionale e dunque il suo uso deve restare occasionale e limitato a casi di emergenza! Certamente è un’ottima soluzione per chi ha i capelli che tendono ad ingrassare e permette così di evitare che vengano lavati tutti i giorni. Chi ha le radici grasse può utilizzare una tantum lo shampoo secco e in modo localizzato, così in alternanza a quello classico si può anche ovviare al problema della cute particolarmente grassa.

Come funzona lo shampoo secco

Lo shampoo secco è una valida alternativa per assorbire il sebo in eccesso dal cuoio capelluto, come può succedere a chi è predisposto. Lo shampoo secco si presenza spesso sotto forma di bomboletta spray ed è molto facile da utilizzare. Può essere utilizzato però senza abusi; quando ci sono urgenze o emergenze è indispensabile, ma quando è possibile, prediligete sempre acqua e buon vecchio shampoo tradizionale.

Come si una lo shampoo a secco

Lo shampoo secco va utilizzato sulla cute, sulle parti che maggiormenete tendono ad ingrassare. Se avete una confezione spray o una confezione in polvere tipo talco, vaporizzate il prodotto sempre a distanza di 15 cm dalla cute e spruzzate per qualche secondo fino a che non si deposita in maniera uniforme. Lasciatelo agire qualche minuto e poi spazzolate con cura i capelli affinché il prodotto di distribuisca fino alle punte. Concentratevi sulle radici e ravvivate anche il resto dei capelli (all’occorrenza aggiungete anche sulle punte). Infine per rimuovere il prodotto in eccesso pettinate i capelli con un pettine a denti stretti e utilizzare in caso di necessità l’asciugacapelli per velocizzare l’operazione.

Photo Credits Pinterest

Commenti

commenti