Tai Chi: esercizi e posizioni, quali sono

Il Tai Chi è il giusto compromesso tra karate e filosofie orientali: quali sono gli esercizi e le posizioni per tornare in forma sia con la mente che con il corpo.

Tai Chi: ogni momento è buono

Fino a qualche anno fa il Tai Chi non era molto conosciuto in Italia sebbene si tratti di una disciplina antichissima. I suoi benefici hanno però conquistato un numero crescente di seguaci, pronti ad imparare i movimenti di base e a riprodurli poi in gruppo, in coppia o da soli. Si tratta di uno sport adatto a tutti, sia tra le donne che tra gli uomini. Ovviamente la presenza di un maestro permette di eseguire gli esercizi più adatti alle proprie necessità e di sfruttare a pieno tutte le numerose qualità che lo rendono un vero toccasana per la mente e per il corpo anche dei più pigri.

Benefici di un esercizio costante

I movimenti del Tai Chi vanno eseguiti in modo lento, senza mai perdere la concentrazione e restando sempre in perfetto equilibrio. In ogni lezione sono chiamati in causa tutti muscoli del corpo ma ovviamente alcuni esercizi sono specifici per le braccia, altri per le gambe e altri ancora per la schiena. Nonostante sembri uno sport meditativo e poco rivolto all’azione, il Tai Chi permette di bruciare grassi e di tonificare i muscoli. In abbinamento ad alcune regole alimentari, non è esclusa nemmeno la perdita di peso. Lo dimostrano alcuni studi scientifici: 3 lezioni a settimana, ciascuna di circa un’ora, garantiscono una diminuzione del girovita e un abbassamento dell’indice di massa corporea senza contare una riduzione dello stress che di certo non fa mai male.

Posizioni

Prima di dedicarsi alle posizioni base occorre scaldarsi con la respirazione, proprio come si farebbe in qualsiasi arte marziale. A quel punto occorre concentrarsi su ogni parte del corpo, una alla volta, per rilassarsi (si consiglia di iniziare con i piedi e di finire con il cuoio capelluto). Man mano che ci si rilassa si potrebbe sentire un certo “traballare”: è un buon segno poiché significa che il corpo sta abbandonando ogni tensione, tuttavia bisogna lavorare per ritrovare la propria centratura. Il passo successivo è quello di procedere con le varie posizioni: la frusta è quella in cui una mano simula la forma del becco d’uccello e l’altra mano ne accompagna il movimento; la gru bianca consiste nel tenersi in equilibrio su una sola gamba, tenendo le braccia larghe; con il pouring si tengono i piedi a terra alla stessa larghezza delle spalle, spostando il peso su una sola gamba e portando il baricentro da una parte all’altra rimanendo fermi; il serpente consiste infine nel passare dalla posizione eretta a quella dell’affondo profondo nel modo più delicato possibile.

Tai Chi: esercizi e posizioni, quali sono

LEGGI ANCHE: TAI CHI: COS’É, BENEFICI

Photo credits Facebook

Commenti

commenti