Uomo muore durante l’intervento per allungare il pene: quali sono i rischi

Un uomo, in Svezia, voleva aumentare le dimensioni del suo pene attraverso un intervento chirurgico: a trent’anni è morto per un attacco cardiaco durante l’operazione. Aumento del pene: ecco spiegati i rischi e cosa comporta.

La falloplastica, o allungamento del pene, è un’operazione chirurgica che consiste nella risoluzioni di problemi nell’organo sessuale maschile dovuti a traumi, problemi di saluti o semplici fini estetici. Sempre più spesso l’intervento è richiesto da uomini che vogliono sentirsi più sicuri e a proprio agio. Questi uomini, però, sono quasi sempre ignari dei rischi a cui vanno incontro.

È stato cosi anche per un uomo di 30 anni che a Stoccolma, in Svezia, ha deciso di sottoporsi all’intervento di falloplastica: il paziente voleva aumentare sia la circonferenza sia la lunghezza dei suoi genitali. L’operazione  prevedeva il trasferimento di grasso dallo stomaco all’organo riproduttivo: i chirurghi hanno prima portato a termine l’operazione di allungamento, incidendo e allentando un legamento alla base del pene, poi hanno iniziato la procedura di ingrossamento ma a quel punto qualcosa è andato storto, tanto che il paziente ha avuto un attacco di cuore ed è deceduto dopo due ore. Da quanto è emerso, l’uomo non aveva nessuna malattia pregressa e la causa dell’infarto sarebbe stata un’embolia lipidica: il grasso ha provocato un’ostruzione fatale dei vasi sanguigni che a sua volta ha dato origine all’insufficienza respiratoria e all’attacco di cuore.

Ma quali sono i rischi a cui un uomo può andare incontro? Prima di tutto il grasso inserito all’interno del membro può essere riassorbito dal corpo e quindi l’intervento sarebbe stato inutile. Altre possibili conseguenze sono problemi di erezione, calo della forza sessuale, strappi e lesioni. Le controindicazioni più frequenti alla falloplastica riportano anche: perdita di sensibilità del membro, aspetto deforme, possibile impotenza, profonda cicatrice visibile con facilità, erezioni dolorose, cattiva circolazione al membro e ai testicoli, danni diffusi ai nervi del pene, infezioni virali. Uomini pensateci due volte prima di sottoporvi all’intervento per allungare il pene: i medici ricordano che queste operazioni raramente sono risolutive e spesso causano deformità e problemi per il resto della vita.

Intervento per allungare il pene: paziente muore durante l'operazione

Photo Credits Facebook

 

Commenti

commenti