Piatti estivi per dimagrire? Ecco i 5 errori più comuni da non commettere

In estate si cerca sempre di prediligere piatti leggeri per non appesantirsi troppo e soprattutto per evitare di prendere qualche chilo di troppo, soprattutto in vista della prova costume. Ci sono però alcuni errori che vengono commessi inconsapevolmente: ecco di cosa stiamo parlando…

Bresaola, insalata di riso, tonno, pasta fredda e una bella birra fresca per combattere il caldo e non appesantirsi? In realtà non è proprio così. Ci sono alcuni errori riguardo questi alimenti che vengono commessi inconsapevolmente. Si parte dalla bresaola, spesso mangiata a pranzo magari in pausa: assolutamente sbagliato mettere il limone sopra perché causa la parziale ossidazione della carne, cambiandone anche il sapore. Meglio aggiungerlo in emulsione con dell’olio oppure optare per aggiungerlo sulle verdure da accompagnare all’affettato.

L’insalata di riso è uno dei piatti più mangiati nei mesi estivi. Fresco, veloce e leggero. O forse no. C’è da ricordare, infatti, che una porzione condita con prosciutto, formaggio, olive, piselli, può avere ben 500 calorie. Ovviamente vietato aggiungere maionese perché sarebbe ancora più deleterio. Altro ingrediente a cui fare attenzione è il tonno in scatola che può essere utilizzato come aggiunta ad un’insalata oppure nella pasta fredda; se invece va inserita in un sugo per condire un primo piatto va ricordato che quello in scatola è già stato sottoposto a trattamento termico per cui andrà aggiunto al suo all’ultimo momento.

A proposito di pasta fredda, spesso si passa sotto l’acqua fredda appena tirata giù dal fuoco per evitare di scuocerla: questo piccolo dettaglio, seppure apparentemente insignificante, è molto importante perché fa perdere tutte le proprietà nutritive ed anche il gusto. La soluzione più giusta sarebbe quella di scolarla qualche minuto prima del tempo necessario e versarla in una pirofila coprendola subito con un velo di pellicola. Infine la birra, ottima bevanda per rinfrescarsi: meglio non berla troppo ghiacciata perché sotto una certa temperatura perde gusto e profumo.

tonno

Photo Credits Facebook

Commenti

commenti