Kettlebell: esercizi e benefici

Kettlebell, che cos’è e quali sono gli esercizi migliori da eseguire con questo attrezzo?

Il Kettlebell: cos’è e come si utilizza

Il Kettlebell: che cos’è e come si usa questo attrezzo? Per chi non avesse mai sentito parlare di Kettlebell, il suddetto attrezzo ha origini davvero antichissime e altro non è se non un pesetto con una maniglia, composto in ghisa, noto anche come Girya. Il Kettlebell è utilizzato dagli atleti in palestra e d è prediletto dai preparatori atletici grazie alla sua multifunzionalità, in grado di allenare tutti i muscoli, per un workout estremamente completo e mantenere così una forza fisica costante nel tempo.

L’esercizio più comune con il Kettlebell

L’esercizio più comune da eseguire, soprattutto per chi si approccia per la prima volta all’uso di questo attrezzo, è senza dubbio il classico sollevamento dell’attrezzo. Per eseguirlo correttamente bisognerebbe tenere le gambe leggermente divaricate e i piedi ben piantati a terra; afferrare il kettlebell con le mani e iniziare a far oscillare l’attrezzo; l’oscillazione deve essere data dalla spinta delle gambe e del bacino ed è importante che la schiena rimanga sempre dritta, per evitare danni eventuali alla colonna. I muscoli coinvolti in questo esercizio sono principalmente quelli delle gambe e del bacino, ma l’esercizio mira a coinvolgere e far lavorare anche gli addominali proprio per bilanciare lo sforzo durante l’esercizio che andrebbe ripetuto per 15 ripetizioni fino ad un massimo di tre volte.

I benefici dell’uso del Kettlebell

Il Kettlebell è stato definito come “una palla di cannone con una maniglia. È una palestra completa che si tiene in una mano”. I benefici dell’attrezzo infatti sono tanti e vari. Un allenamento costante con il Kettlebell infatti rinforza tutti i muscoli e se abbinato ad un’attività cardio, riesce anche a permettere di perdere peso tonificando la massa muscolare.

crossfit

Photo Credits: Facebook

Commenti

commenti