Vegetariane

Carciofi fritti dorati: una ricetta romana tra gusto e tradizione

Carciofi fritti dorati: una ricetta romana a metà tra gusto e tradizione

La primavera regala i migliori carciofi, finalmente maturi e gustosi. Non a caso si tratta di un ortaggio chiamato in causa molto spesso nelle festività del periodo: Pasqua, Pasquetta, 25 aprile, 1 maggio… Tra primi piatti e contorni, i carciofi non possono proprio mancare. Perché non prepararli fritti, da far sciogliere in bocca?

Ingredienti:

  • 2 limoni
  • 2 uova
  • 30 g farina 00
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. olio per friggere
  • q.b. sale
  • q.b. pepe
  • 8 carciofi

Lavare capare i carciofi, eliminando il gambo è le foglie esterne (sono le più dure). Tagliarli in due, eliminando l’eventuale “barba”, per poi dividerli ulteriormente in 8 spicchi da immergere in acqua acidulata con il succo di 1 limone (questo non li farà annerire). Preparare la pastella con uova, farina, olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e di pepe.

Carciofi fritti dorati: una ricetta romana a metà tra gusto e tradizione

Mescolare bene e poi buttarvi i carciofi ben sgocciolati. Dopo 10 minuti di riposo saranno pronti per la frittura in olio bollente. È importante far dorare i carciofi da entrambi i lati. Man mano che saranno pronti, assorbire l’olio in eccesso con qualche strato di carta da cucina. Sembra in tavola per la gioia di qualsiasi commensale.

LEGGI ANCHE: LASAGNE VEGANE CON RAGÙ DI VERDURE E CARCIOFI

Photo credits Pinterest

Commenti

commenti

Un sito ad hoc per chi ambisce all’equilibrio tra mente, corpo e… Pancia piatta!

Perché la bellezza va ricercata dentro e, perché no, mostrata anche fuori!

Copyright © 2016 MetUp srl

To Top