Kledi Kadiu: “Amo stare con la mia famiglia e mi piace condurre una vita senza eccessi” [ESCLUSIVA]

Abbiamo avuto il piacere di intervistare Kledi Kadiu, uno degli artisti più amati dal pubblico televisivo italiano. Determinato, umile e ambizioso, il ballerino per eccellenza del piccolo schermo ci ha raccontato della dura disciplina della danza classica e di quanto sia importante il rigore e la serietà nell’allenamento. Kledi è riuscito a spiccare il volo grazie ad una buona dose di carisma e spirito di sacrificio, che lo hanno portato, poi, a diventare uno dei personaggi di punta del panorama nazionale della danza. Dietro i riflettori è anche un padre che ama stare con la propria famiglia ed una persona che apprezza le cose semplici della vita.

Kledi, che cos’è per te la danza?
La danza è realizzazione, completezza, è l’insieme di tanti sacrifici e di tante rinunce di un percorso di vita e di studio intensivo e professionale. È l’unione di tutte queste cose e la soddisfazione di farlo come lavoro.

Il tuo unico sogno è stato sempre quello di fare il ballerino, o avevi anche altri sogni nel cassetto?
Il mio unico sogno è sempre stato quello di fare il ballerino. Sono entrato giovanissimo in Accademia e da lì ho intrapreso un percorso duro e difficile che mi ha portato a lavorare come danzatore. Danzare è sempre stato il mio unico obiettivo e sto avendo anche la grande fortuna di godermelo. È molto importante iniziare in giovane età, per avere la possibilità e l’opportunità di studiare correttamente.

Kledi-Kadiu-intervista

Quante ore al giorno ti alleni?
La lezione di danza è una forma di allenamento. In media un’ora e mezza al dì. In più quando c’è da creare una coreografia i tempi si allungano. Per sei mesi all’anno sono impegnato con la scuola di Amici, per il resto mi divido tra la mia scuola e la compagnia del Balletto di Roma, con la quale faccio degli spettacoli. In ogni modo, il corpo è sempre in allenamento!

Oltre alla danza, segui un programma di allenamento specifico anche in palestra?
Sì, ma non con la stessa intensità con cui faccio danza. Ogni tanto cerco di alternare. L’allenamento in palestra mi aiuta a potenziare ancora di più quelli che sono i muscoli già allenati e definiti con la danza.

kledi-kadiu-intervista

Quali muscoli si allenano maggiormente con la danza classica? E soprattutto in che modo cambia il corpo di un danzatore?
Tutti i muscoli del corpo lavorano, come in qualsiasi tipo di disciplina o sport fatti a livello agonistico. Di certo il corpo di un ballerino risulta essere più organico, più bello. Il danzatore tende ad avere una postura dritta e corretta, e il corpo diventa più elastico e armonico.

Consiglieresti la danza classica alle donne che hanno l’esigenza di mantenersi in forma?
No, consiglio la danza classica a chi desidera intraprendere un percorso da ballerino, anche non professionale, per avere le basi solide ed essere facilitato negli altri stili di danza. La danza classica è il motore, è il fulcro che aiuta il corpo ad avere un’impostazione seria e precisa, necessaria anche per altri generi artistici. Se una donna vuole mantenersi in forma può optare per altri tipi di sport tra cui la ginnastica, l’aerobica, i balli latino – americani, tutte discipline che certamente aiutano a tonificare il corpo. Dunque per dare tonicità al proprio corpo sono sufficienti queste discipline, alternative alla danza classica.

kledi-kadiu-intervista

Per mantenerti in forma segui una dieta specifica?
No, non seguo nessun tipo di dieta. Mangio regolarmente, senza eccessi.

Tu credi che la danza possa portare dei benefici anche a livello psicologico? Se sì, quali?
Sicuramente (questa disciplina) aiuta l’individuo ad integrarsi con il gruppo e questo aspetto è molto importante, anche se l’obiettivo non è quello di fare il ballerino professionista. La danza è in grado di insegnare valori utili ai ragazzi. Il saper ascoltare, il saper obbedire, imparare a stare in silenzio in sala, sono tutte forme di comportamento che aiutano i ragazzi a crescere correttamente.

kledi-kadiu-intervista

Un progetto che non hai fatto ma che ti piacerebbe fare?
Devo essere sincero: sono riuscito a realizzare tutto ciò che sognavo e ho fatto tutto ciò che potevo, spingendomi oltre, in alcuni casi. La mia scuola di danza è una delle più grandi soddisfazioni, da quasi 15 anni ormai. Poi la danza mi ha portato popolarità e successo mediatico, e questo è stato determinante per fare altri lavori, tra cui alcune esperienze cinematografiche e la pubblicazione della mia autobiografia. Tutte queste “avventure” le devo alla mia disciplina primaria, e mi hanno aiutato ad evolvermi sia dal punto di vista professionale che artistico.

Chi è Kledi nel privato? E cosa ti piace fare nel tempo libero?
Kledi è una persona che non ama molto la mondanità. Di contro mi piace molto andare al cinema ed uscire con gli amici. Amo stare con la mia famiglia e mi piace condurre una vita normale, equilibrata e senza eccessi.

Kledi-Kadiu-intervista

Photo Credits Facebook

Commenti

commenti