Kate Middleton tra gli ‘eroi del 2015’: merito del sostegno alle malattie mentali dei bambini

La gente è abituata ad ammirare Kate Middleton per la sua eleganza e per la sua bellezza (o anche per criticarne l’eccessiva magrezza), o magari per una scelta di abiti particolarmente azzeccata. Eppure nel 2015 la duchessa si è fregiata di azioni ben più importanti che le hanno fatto vincere un premio: è stata infatti eletta uno dei 10 eroi della salute. La ragione va ricercata nel sostegno dato alle malattie mentali dei bambini. È stato il sito inglese MyhealthLondon a stilare la lista dei vincitori, nella quale compaiono i nomi dei 10 esponenti che più si sono distinti in questo ambito nel corso di tutto il 2015.

Il sito è stato lanciato nel 2011 dal sindaco Boris Johnson allo scopo di informare le persone a proposito della loro salute e di aiutarle a prendere le decisioni migliori in fatto di benessere. In occasione dell’annuale sondaggio, le 10 figure ‘eroiche’ sono state scelte da una giuria di professionisti al fine di riconoscere il loro lavoro di sensibilizzazione. I criteri utilizzati sono stati la popolarità on-line, le tendenze dei social media e le migliori storie dell’anno in tema di benessere. Alla fine la duchessa di Cambridge è risultata tra i vincitori. Kate ha infatti speso molto tempo per difendere la salute mentale dei bambini, riuscendo a dare visibilità ad associazioni e centri di recupero quali l‘Anna Freud (che si occupa della formazione di terapeuti infantili) e il Place2Be (che fornisce consulenza per i bambini nelle scuole).

La presenza della bella Kate finisce sempre per catalizzare l’attenzione pubblica, quindi ogni sua apparizione tendenzialmente può rivelarsi un’occasione per mettere sotto i riflettori il lavoro di un’organizzazione o di un centro di recupero. Gli eventi benefici cui ha partecipato nel 2015 hanno fatto arrivare il suo messaggio ad una platea molto vasta e questo deve farle onore, vista la causa che ha deciso di sposare. Accanto al suo nome, nella lista dei vincitori, compaiono nomi celebri della tv inglese e professionisti del settore medico: quando si tratta di fare del bene e di promuovere la salute non ci sono classi sociali che tengano.

Foto: Facebook

Commenti

commenti