La dieta del miele: come perdere i chili di troppo con un cucchiaino al giorno

La dieta del miele: come perdere i chili di troppo con un cucchiaino al giorno
44 votes, 3.84 avg. rating (77% score)

Perdere una taglia semplicemente mangiando un cucchiaino di miele prima di andare a dormire? Sembra troppo bello per essere vero, ma in realtà è il segreto di un nuovo e rivoluzionario regime alimentare che permette di dimagrire. La dieta del miele sfrutta le proprietà benefiche di questo alimento per innescare cambiamenti metabolici che permettono di non cedere alla voglia di zucchero e di bruciare i grassi durante il sonno. La dieta non prevede il conteggio delle calorie e cibi dietetici troppo costosi e permette di perdere fino a 2 kg a settimana.

LEGGI ANCHE:

Il programma alimentare è il risultato di una trovata del nutrizionista Mike McInnes, che ha scoperto che la combinazione unica degli zuccheri naturali contenuti nel miele ne fanno un alimento quasi perfetto per la perdita di peso. In questo modo si possono gustare deliziosi pasti in famiglia, snack e dolcetti di solito vietati sulle diete – tra cui dolci, pane, muffin e persino biscotti – basta che siano preparati con il miele al posto dello zucchero: infatti, sostituendo lo zucchero per il miele per tutta la giornata e mangiando un cucchiaino di miele sciolto in una bevanda calda prima di andare a letto, i meccanismi del cervello che scatenano la voglia di zucchero possono essere sedati completamente.

LEGGI ANCHE:

Il dottor McInnes crede che la ragione principale per cui bisogna perdere peso deriva dal fatto che mangiamo troppo zucchero e alimenti raffinati. “Anche gli alimenti a basso contenuto di grassi apparentemente sani sono molto spesso pieni di zuccheri nascosti o di farina bianca che il corpo converte rapidamente lo zucchero. Questo significa che il nostro livello di zucchero nel sangue è al massimo tutto il giorno”, ha spiegato. Il corpo affronta tale sovraccarico di zucchero rilasciando l’ormone dell’insulina , che filtra dal sangue e lo invia via per essere immagazzinato come grasso. Ma McInnes ha identificato un meccanismo aggiuntivo che il corpo usa per proteggere le cellule cerebrali delicate da un possibile sovraccarico di zuccheri, il che significa che il cervello viene ‘affamato’: si tratta di una scoperta è significativa perché è il cervello che scatena la voglia di zucchero, che rende la dieta ancora più difficile.

LEGGI ANCHE:

“Un cervello affamato è un cervello stressato che invierà un cocktail di messaggi chimici per cercare di recuperare zuccheri da qualsiasi altra possibile fonte”. Il miele possiede le caratteristiche giuste per rompere questo circolo vizioso – nonostante la sua dubbia reputazione nutrizionale – e, se assunto di sera, riduce lo stress notturno, permettendo di dormire meglio. Quindi, per dimagrire, basta seguire alcune semplici regole: sostituire lo zucchero col miele, iniziare la giornata con uno o due cucchiaini di miele in una tazza di acqua calda, come spuntino preferite un po’ di miele spalmato sul pane tostato integrale o un cracker integrale e concludere la giornata con una bevanda calda e un cucchiaino di miele. Il miele può aiutare a dimagrire solo se si evitano le calorie che forniscono gli alimenti artificiali e trattati: è inoltre necessario tagliare patatine, bibite gassate, cibi fritti ed elaborati , take away e pasticcini.

Foto by Twitter